Home News Cibo Catania: cibi scaduti e rietichettati in laboratorio clandestino

Catania: cibi scaduti e rietichettati in laboratorio clandestino

di Claudia Bartoli

A Catania i carabinieri dei Nas sequestrano più di 20 tonnellate di cibo scaduto e contraffatto in laboratori clandestini.

Quando andiamo a fare la spesa prestiamo sempre attenzione alla data di scadenza dei prodotti, ma se il giorno indicato come ultimo valido per il consumo dell’alimento fosse stato ritoccato? A Catania è successo veramente: i carabinieri del nucleo antisofisticazione e sanità, nelle ore scorse, hanno sequestrato oltre 20 tonnellate di cibo scaduto e smantellato i laboratori clandestini dove venivano modificate le date di scadenza. L’attività era semplice: il cibo scaduto veniva recuperato e portato presso magazzini attigui ai laboratori, situati tra Catania città e hinterland, per poi essere contraffatto, in modo da truccare i giorni di scadenza e immettere, nuovamente, gli alimenti sul mercato. I Nas, nei laboratori, hanno rinvenuto tutti i macchinari necessari per procedere alla modifica fraudolenta dei prodotti alimentari.

Ma quali sono i cibi più contraffatti? Succhi di frutta, snack, bibite e tutti quelli che potevano essere smerciati con semplicità attraverso i venditori ambulanti. E le menti dietro questa frode alimentare in piena regola? Pare si tratti di una coppia di 50enni, già nota alle forze dell’ordine che avevano sequestrato loro prodotti dolciari contraffatti, sempre nel catanese. Parte di questi alimenti avevano addirittura raggiunto altre province siciliane, passando inosservate ai controlli per via della perfetta rietichettatura.