Home News Bevande Elisabetta Canalis e gli spot della San Benedetto sotto accusa

Elisabetta Canalis e gli spot della San Benedetto sotto accusa

di Chiara Impiglia

Richiesta la censura per la campagna pubblicitaria San Benedetto. Nello spot dell’acqua minerale, il messaggio subliminale è grave.

È polemica su Instagram da quando il profilo Aestetica Sovietica, noto per le sue analisi sociali, culturali e politiche, ha criticato gli ultimi spot pubblicitari dei prodotti San Benedetto. Infatti, secondo il messaggio veicolato dalla showgirl Elisabetta Canalis, il volto scelto per le pubblicità in questione, l’acqua minerale con tanti preziosi nutrienti, il succo di frutta privo di zuccheri aggiunti e il thè senza calorie sarebbero dei validi sostituti della prima colazione.

L’invito a sostituire il pasto più importante della giornata con l’acqua non è esplicito ma la trama dello spot è inequivocabile. Dopo il suono della sveglia, Elisabetta Canalis va in cucina a fare a colazione ma le fette di pane tostato si bruciano. Pertanto, la modella decide di uscire di casa senza mangiare nulla e porta con sé una bottiglia di acqua San Benedetto. Successivamente, la Canalis si mette a parlare con l’immagine di se stessa ritratta sulla copertina di una famosa rivista di moda. “Sempre così bella in forma! Ma qual è il tuo segreto?” dice congratulandosi con la figura, che risponde “Ascolto il mio corpo e bevo un’acqua leggera con tanti nutrienti preziosi (calcio e magnesio)”.  Lo stesso schema si può ancora vedere in altri spot, come quello del nuovo succo di frutta chiamato Succoso Zero. In quest’ultimo, il riferimento al salto dei pasti come strumento di bellezza e benessere sembra ancora ancora più esplicito. E, infine, nella pubblicità del Thé San Benedetto Zero, si vede Elisabetta che indossa un vestito mentre in background c’è la sua voce che sponsorizza il thé con zero zuccheri e zero calorie, ma con lo stesso “piacere rinfrescante”.

Sembra quindi impossibile non mettere in relazione tutte queste velate insinuazioni che si trasformano in consigli e suggerimenti. E a sostenere l’ipotesi c’è anche l’intervista a Open in cui Aestetica Sovietica ha detto di aver ricevuto decine di messaggi da parte di persone che soffrono di disturbi alimentari. Ma non è tutto. Anche diversi nutrizionisti hanno notato il messaggio subliminale che suggerisce di saltare la colazione, dal momento che avalla un comportamento molto diffuso tra chi soffre di disturbi alimentari e tende a sostituire il cibo con liquidi per ottenere un falso senso di sazietà. Dopo le segnalazioni, ora l’Istituto di autodisciplina pubblicitaria prenderà in esame la questione. Oltre al grave messaggio subliminale, il problema interesserebbe anche i produttori di alimenti per la prima colazione, essenziale in tutti i regimi alimentari corretti.