Home News Chef Milano: Chef La Mantia vince la medaglia d’oro del sociale

Milano: Chef La Mantia vince la medaglia d’oro del sociale

di Claudia Bartoli

Chef Filippo La Mantia, il suo buon cuore del sud e i pasti per i malati covid dell’Ospedale Niguarda. Milano lo ringrazia con l’Ambrogino d’oro.

Ambrogino d’oro per Chef Filippo La Mantia, o meglio, a ricevere il premio non è lui come volto noto dell’alta cucina, ma la sua generosità. La Commissione delle Civiche benemerenze del Comune di Milano, infatti, non ha avuto dubbi: lo Chef siciliano, che nel capoluogo lombardo ha lavorato per ben sette anni, meritava l’onorificenza massima milanese per l’impegno assunto con il Niguarda durante i mesi più duri del Covid-19. La Mantia, chiamato a marzo 2020 dall’amministratore dell’Ospedale cittadino, non se lo è fatto ripetere due volte; ha riunito la brigata e ha iniziato a preparare da mangiare per i degenti, quando, nei reparti Covid c’era l’inferno e fuori una desolazione surreale.

Filippo La Mantia a chi commenta che ha dimostrato di essere una persona con un cuore grande, fuori dall’ordinario, ha risposto che è normale, si sarebbe prestato per aiutare chiunque in un momento di difficoltà: così è iniziata la sua preziosa collaborazione con l’ospedale milanese, con semplicità; la stessa che si trovava nei piatti serviti ai malati. Anelletti al forno, cannoli, cassate, le pietanze della sua Palermo. Chef La Mantia l’Ambrogino d’oro ha deciso di dedicarlo alla memoria di un caro amico recentemente scomparso, Gino Strada, e se gli si domanda che rapporto ha con Milano, risponde: “è una città che gratifica.” Questa volta, però, a ricevere la gratificazione non è tanto lo Chef La Mantia, ma più la persona, Filippo, che ha dimostrato, con il suo impegno, un esempio di straordinaria normalità.