Home News Cibo Non solo insetti a tavola. L’Italia dice sì al coccodrillo

Non solo insetti a tavola. L’Italia dice sì al coccodrillo

di Claudia Bartoli

Il Ministero della Salute ha dato l’ok al coccodrillo: dal 4 dicembre in Italia è permesso importare e consumare la carne di questo rettile.

Il Ministero della Salute ha dato l’assenso: In Italia si potrà mangiare la carne di coccodrillo, insieme a quelle di altri rettili. Le linee-guida rispetto all’importazione e al consumo alimentare di questo animale sono state adottate con Regolamento dell’Unione Europea e repecite dal nostro paese. Si tratta di regole precise e dettagliate, volte ad assicurare la salubrità del nuovo alimento introdotto. Ma il coccodrillo, però, in Italia era già arrivato in anteprima ben 6 anni fa. Infatti, in occasione dell’EXPO 2015 tenuta a Milano è stato possibile assaggiare l’animale esotico presso lo stand dello Zimbabwe. Abbiamo compreso che il temuto rettile in Italia non può essere allevato, ma solo importato da paesi terzi (indicati sempre dalla nota del Ministero che ha per oggetto scambi intra-UE e importazioni di carni di rettili di allevamento), ma qualora non avessimo voglia di cucinare? Attualmente il coccodrillo è una pietanza poco in uso nei ristoranti e pub nostrani, dove, evidentemente, si deve ancora prendere confidenza con ricette e preparazioni di questa carne. A Milano, però, c’è il Tripburger che si è messo subito in carreggiata: l’hamburger di coccodrillo figura già tra le proposte del menu. Gli amici non milanesi, quindi, dovranno ancora aspettare per una bella cena fuori a base del rettile in questione, oppure, dovranno cimentarsi in ricette e esperimenti casalighi.

Fortunatamente, il coccodrillo ha una carne bianca dal sapore delicato che si presta a diverse preparazioni, e, per certi versi, si avvicina al sapore del pollo. Potrete, perciò, sbizzarrirvi a cucinarlo nei modi più classici e originali, in attesa che venga pubblicato in Italia un manuale che insegni i trucchi per preparare questo animale nelle maniere più succulente. C’è anche una brutta notizia per gli amici curiosi e amanti dei cibi esotici: fate attenzione al portafogli perché la carne di coccodrillo ha un costo di circa 150 euro al chilo. Chissà se tra voglia di provare qualcosa di nuovo e l’occhio alla spesa avrà la meglio l’istinto o la parsimonia.