Home News Cibo Olimpiadi invernali 2022 di Pechino: i robot servono i pasti agli atleti

Olimpiadi invernali 2022 di Pechino: i robot servono i pasti agli atleti

di Claudia Bartoli

A Pechino sono i robot a servire colazione e pasti agli atleti dei prossimi giochi olimpici invernali per evitare contagi da Covid-19.

Il prossimo 4 febbraio inizieranno le Olimpiadi invernali a Pechino; e negli hotel degli atleti sono i robot a effettuare il servizio in camera. Non è un futuro distopico ne l’ultima trovata pubblicitaria della Cina, bensì un modo per arginare la diffusione del covid e della variante Omicron prima dell’inizio dei giochi invernali. I robot, infatti, sono stati programmati per servire i pasti direttamente fuori dalle porte di ogni singola camera, e atleti e staff delle Olimpiadi non dovranno far altro che digitare un apposito codice pin per ricevere il vassoio con la colazione confezionata. I robot a Pechino sono anche diventati chef: servono il pranzo calando le pietanze da una griglia sopraelevata posta nella sala.

Tutto il cibo viene preparato e confezionato nel circuito alberghiero e non viene ordinato da ristoranti esterni per mettere alla porta in modo ancora più rigoroso le probabilità di contagi tramite ciò che si mangia. I robot chef e camerieri sono stati ideati dalla Cina proprio per evitare il più possibile le interazioni umane tra e con gli atleti, data la criticità della situazione dovuta al boom di casi Covid dell’ultimo periodo. Già molti atleti sono risultati positivi e si cerca di evitare la peggio per queste Olimpiadi invernali. Robot che servono a tavola erano già stati testati in diversi ristoranti nel mondo, ma l’idea di farsi portare la colazione a letto ogni mattina non sarebbe male. Chissà se post Olimpiadi potranno essere acquistati anche da chi non è proprio atleta.