Home News Chi sono i premiati della Guida Street Food del Gambero Rosso 2024?

Chi sono i premiati della Guida Street Food del Gambero Rosso 2024?

di Asia Torreggianti

La settima edizione della guida Street Food si diletta nello scovare storie, ricette e luoghi del cibo di strada tutto all’italiana: oltre 500 indirizzi fra chioschi, mercati rionali, friggitorie ambulanti, osterie e food truck. Un mondo da scoprire, dai progetti innovativi e stupefacenti, tutto questo e molto altro nel vademecum firmato Gambero Rosso.

Il cibo di strada è uno dei punti fermi quando si parla di mangiare fuori casa. Ne sono innamorati in particolare fra i giovani, e lo dimostra ancora una volta la Guida Street Food 2024 di Gambero Rosso, aggiornata di tutte le insegne d’eccellenza degli ultimi 10 anni.

Il compendio ci illustra la crescita esponenziale del fenomeno, caratterizzato da una moltitudine di nuove aperture e conferme di locali storici, tutti differenti fra loro, che mostra un panorama sempre più contaminato e aperto alla cucina internazionale. Una vera e propria rinascita, che segna i centri urbani con nuove food court, contraddistinte da pietanze prêt-à-manger, concettualmente vicine al grande pubblico e immediatamente comprensibili, ma non per questo di qualità inferiore.

Un cambiamento radicale

In tanti hanno avuto la giusta intuizione, e molti grandi chef hanno deciso di invertire la rotta e di attuare un cambiamento radicale nella propria attività, liberandosi del peso economico legato alla gestione di una brigata. I food truck hanno così attirato l’attenzione di giovanissimi del settore gastronomico, i quali hanno poi scelto di specializzarsi nella cucina più variegata: per segnalare i casi di maggior successo, alcuni portano la tradizione siciliana in strada, squisite e raffinate arancine, altri invece stupiscono la clientela con cibo internazionale, ravioli cinesi, smash burger, kebab gourmet.

Le novità

Le segnalazioni da inserire sono state ben 80 per il 2024, tra attività stanziali e non: 23 pagine d’approfondimento sono dedicate ai mercati storici, alle food court e ai mercati gastronomici di nuova generazione, inoltre è presente un’ampia sezione dedicata esclusivamente ai food truck, contenente più di 70 referenze.

Riconoscimenti

Quest’anno la guida sceglie un cambio di rotta. A ottenere il riconoscimento c’è un solo indirizzo per regione e una sola personalità si aggiudica il premio speciale Street Food da Chef.  L’onore va a Gianfranco Pascucci, di Pascucci al Porticciolo di Fiumicino. Lo Chef ha saputo rivisitare al meglio un cibo da strada, infatti il suo menu fine dining si apre con un Paninetto da spiaggia cotto al vapore e poi farcito con burger di palamita, maionese di macchia e salsa ponzu, ricavata dagli scarti del pesce.

I campioni regionali

Ognuno dei seguenti campioni italiani è assolutamente da provare, quindi se quest’estate vi doveste trovare nei pressi di uno di questi locali, sappiate che ne varrà sicuramente la pena. Ce n’è davvero per tutti i gusti: tacos, ravioli cinesi, panini km 0, pizze, hamburger gourmet, pollo, crescentine 2.0.

Che aspettate? Scopriamoli assieme:

  • Pane per Focaccia – Courmayeur, Valle D’Aosta
  • Mei Shi Mei Ke – Torino, Piemonte
  • Rooster – Genova, Liguria
  • Katsusanderia – Milano, Lombardia
  • Il Bacaro della Pizza -Vicenza, Veneto
  • Chalet Cimone – Lavarone, Trentino Alto Adige
  • Amano – Trieste, Friuli Venezia Giulia
  • Indegno – Bologna, Emilia Romagna
  • A Pancia Piena – Pontassieve, Toscana
  • Gastrò – San Benedetto del Tronto, Marche
  • Serafino’s Porchetta – Spoleto, Umbria
  • Grasso Fish Burger – Roma, Lazio
  • Ristoro Mucciante – Castel del Monte, Abruzzo
  • Iallonardi Sapori Autentici – Isernia, Molise
  • Is Pop – Pomigliano d’Arco, Campania
  • Salumeria Bianco – Putignano, Puglia
  • Retrò…Gusto – Avigliano, Basilicata
  • Civico 5 – Scilla, Calabria
  • Delicatessen in Drogheria – Ragusa, Sicilia
  • Taquito – Cagliari, Sardegna

Conclusione

Il cibo di strada si distingue per l’irrefrenabile allegria, per la passione, e per i colori. Lo si può assaporare seduti comodamente su tavolini, sulle scalinate di una chiesa, oppure passeggiando. Perfetto se si vuol mangiare in compagnia, oppure da soli in pausa pranzo. Insomma, mai rinunciare al buon gusto anche se si è di fretta, per questo la Guida Street Food del Gambero Rosso 2024 offre la possibilità ai gourmand di ogni età di stare sul pezzo, e s’impegna a informarli riguardo le nuove chicche in circolazione da non perdere, per nessun motivo.