Home News Cibo Pringles: il marchio delle patatine lancia una petizione fuori dal comune

Pringles: il marchio delle patatine lancia una petizione fuori dal comune

di Chiara Impiglia

La strabiliante somiglianza di un ragno con il logo delle patatine Pringles ha messo in moto una campagna marketing fuori dal comune.

Non so quanti di voi abbiano mai visto o anche solo sentito parlare del ragno di Kidney Garden, originario del sud-est asiatico. L’aracnide, che si può trovare soprattutto in Thailandia, in Vietnam e a Singapore, è una creatura molto curiosa. Sapete perché?

È sufficiente una rapidissima occhiata al ragno per intuire subito il motivo della sua particolarità: la somiglianza con il marchio di patatine Pringles, conosciuto in tutto il mondo. Ed è talmente evidente che l’azienda, di proprietà della Kellogg’s Company, ha addirittura chiesto di cambiare il nome dell’animale predatore in Pringles Spider. Il responsabile marketing della società, Mauricio Jenkins, pochi giorni fa ha affermato “Nel 1968 è stata presentata al mondo l’iconica lattina con il logo Pringles, ma non sapevamo che c’era una creatura tra noi che stava inconsapevolmente diffondendo il marchio“. Quindi, perché non approfittarne adesso per mettere in atto una vera e propria strategia di marketing fuori dal comune?

Il noto produttore di snack ha così presentato una petizione per il cambio del nome alla International Society for Arachnology e ad altre nove organizzazioni simili. È difficile pensare che gli organismi sollecitati cambieranno la denominazione del ragno, data nel 1886, in favore del marchio ma la speranza è l’ultima a morire, no? Intanto, sul web è possibile trovare la petizione online, che finora ha raggiunto più di 5000 firme. Se il ragno verrà riconosciuto in modo ufficiale dalla comunità di aracnidi, Pringles ha promesso che regalerà 1500 lattine di patite gratuite ai primi 1500 firmatari.