Home News Cibo Robin Food: la startup delivery che pensa ai rider

Robin Food: la startup delivery che pensa ai rider

di Francesco Garbo

Un gruppo di ragazzi di Firenze, stufi di lavorare come rider in condizioni precarie, hanno deciso di fondare una loro realtà.

Sette ragazzi fiorentini, un’idea e tre parole chiave: ecologia, etica, locale. Da qui nasce il progetto chiamato Robin Food. Di cosa si occupa? Consegnare cibo eticamente, mettendo in primo piano i lavoratori, per un servizio di delivery che sia ecocompatibile ma anche sostenibile per i rider, che non sono costretti a paghe basse e turni massacranti. Da domani i sette ragazzi sono pronti a sfrecciare per la città di Firenze.

Il progetto

Tutto è nato da una raccolta fondi con la quale sono riusciti a mettere da parte 6 mila euro, destinati all’acquisto di biciclette. Per un primo momento copriranno solo una parte della città, le estremità della loro mappa infatti sono i quartieri di Rifredi, l’Isolotto, Gavinana e Le Cure. E sono dieci i ristoranti che hanno attualmente aderito al progetto. I turni di lavoro sono ponderati, non come quelli a cui sono abituati i ridere di solito: dalle 11.30 alle 14.30 per il pranzo e dalle 18.30 alle 23 per la cena.

In questi giorni sono in corso dei test – racconta Luca, uno dei fondatori di Robin Foodper adesso copriamo solo una parte di Firenze, contiamo presto di allargarci. Abbiamo diviso la città in zone: ogni quartiere è suddiviso in 3-4 zone e ogni zona può ordinare da un ristorante di quella stessa zona o di una adiacente. La nostra piattaforma non usa l’algoritmo per assegnare le consegne, cosa che fanno invece i colossi del delivery. L’assegnazione è automatica e non basata su criteri che a volte possono basarsi anche sulla velocità del rider. È una scelta etica“.

I nuovi rider saranno assunti a seguito di corsi di formazione incentrati sul codice stradale e sulle norme igieniche alimentari. L’obiettivo è inoltre quello di collaborare quanto più possibile con le aziende locali per creare un’economia circolare che vada a premiare i prodotti del territorio.