Home News Mangiare Ristoranti Svizzera: murato ristorante no vax

Svizzera: murato ristorante no vax

di Francesco Garbo

Una misura forte per impedire ai gestori del ristorante di continuare a trasgredire le norme per contenere la diffusione della pandemia.

Una risposta decisa e inequivocabile quella fornita dalla polizia svizzera alle infrazioni compiute dai gestori del ristorante Walliserkanne di Zermatt, nel Canton Vallese: il locale infatti ignorava sia l‘obbligo di controllare il Green pass per accedere al locale, sia l’ordine di chiusura imposto dalle autorità.

Mentre i tre esercenti, una coppia e loro figlio, sono stati fermati dalla polizia per poi essere rilasciati per ordine del tribunale, le autorità avevano provveduto a sistemare dei blocchi di cemento davanti al loro locale per impedire l’accesso ai clienti. I blocchi però sono stati tutt’altro che un deterrente, e i ristoratori hanno continuato con la loro attività utilizzandoli come tavolini improvvisati. Il tribunale ha ritenuto eccessivo il carcere per le violazioni compiute ma le autorità hanno revocato la licenza del locale a tempo indeterminato. I blocchi di cemento sono stati poi rimossi ma il locale rimane chiuso al pubblico.