Home News Cibo Treviso: morto il papà del Tiramisù

Treviso: morto il papà del Tiramisù

di Francesco Garbo

La storia di uno dei dolci più amati e imitati in Italia e nel mondo e di chi l’ha inventato alla fine degli anni ’60.

Pochi giorni fa a Treviso è venuto a mancare all’età di 93 anni Aldo Campeol, proprietario del ristorante Alle Beccherie, nonché padre del tiramisù. L’invenzione culinaria non è mai stata brevettata permettendo così la nascita di molte varianti di questa ricetta ma soprattutto la rivendicazione della paternità da parte di diverse regioni.

Invenzione dolce

Il tiramisù è uno dei dolci più conosciuti e amati in Italia e nel mondo anche se la sua nascita non affonda le radici in un passato troppo lontano. Infatti fu inventato alla fine degli anni ’60 proprio grazie ad Aldo, alla moglie Alba Di Pillo e allo chef Roberto Linguanotto. Il tiramisù prende ispirazione dalla Sbatudin, un vero e proprio ricostituente composto da uova e zucchero sbattute vigorosamente. Da qui poi viene aggiunto il mascarpone per conferire cremosità, i savoiardi, il caffè e il cacao: il resto è storia.

Con Aldo Campeol  Treviso perde un’altra stella della sua storia enogastronomica, La sua lunghissima attività di ristoratore, e le sue Beccherie, hanno attraversato decenni della trevigianità migliore, fatta di accoglienza e qualità, e di quel sorriso garbato che sul suo volto non mancava mai“. Queste le parole del governatore del veneto Luca Zaia.