Home News Cibo Weekend di code e assalti ai supermercati in tutta Italia

Weekend di code e assalti ai supermercati in tutta Italia

di Claudia Bartoli

In tutta Italia, nel week end, sono state numerose le code davanti a supermercati e distributori di benzina.

Dallo scorso venerdì sono iniziate le corse al supermercato e gli assalti alle pompe di benzina. Sembra di tornare indietro nel tempo al primo lockdown di due anni fa, invece, è l’effetto guerra a creare il nuovo panico. Tutto è iniziato con un messaggio partito dalla Sardegna in cui si parlava di un imminente sciopero dei camionisti che avrebbe condotto, in tempo breve, a una penuria di prodotti alimentari e carburante. Soprattutto nelle grandi città, tra cui, Roma, Firenze, Milano e Torino, il weekend appena trascorso ha visto gli scaffali dei supermercati svuotarsi e file interminabili davanti ai distributori di benzina.

Diversi supermercati sono quindi stati costretti a mettere in atto un razionamento di alcuni beni come farina, olio di girasole e zucchero per evitare di rimanere senza scorte nei negozi. Il timore di molti italiani è di trovarsi senza cibo e carburante non solo per lo sciopero annunciato, poi rivelatosi una fake news, ma soprattutto per la guerra russo-ucraina in corso. Il Ministro delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli, ha anche tentato di mettere uno freno alla paura di restare senza degli italiani dicendo: “Problemi ai supermercati non ci saranno, non c’è nessun motivo per fare degli assalti”. Le parole rassicuranti del Ministro saranno sufficienti a calmare gli animi agitati di chi ha paura di non trovare i beni di prima necessità?