Home News Chef WWF e Maccarese premiano la Periferia Iodata, associazione sostenibile che riunisce gli chef del litorale

WWF e Maccarese premiano la Periferia Iodata, associazione sostenibile che riunisce gli chef del litorale

di Marta Manzo

Il Premio Maccarese Ambiente, alla sua prima edizione, è andato a Periferia Iodata, associazione di chef del litorale romano.

Un riconoscimento a quelle realtà che si distinguono per la capacità di difendere e investire sul territorio, creando bellezza e ricchezza, a disposizione di tutti. A pochi giorni dalla Giornata mondiale dell’Ambiente, si è tenuta oggi la prima edizione del Premio Maccarese Ambiente, promosso da Maccarese SpA insieme al WWF e dedicato in questo primo appuntamento alla sostenibilità, declinata in tutti i suoi aspetti: rispetto dell’ambiente, aumento dell’efficienza, riduzione dei costi e dei consumi energetici e utilizzo razionale delle risorse naturali.

All’interno delle sale e del giardino del castello di San Giorgio, nel borgo medievale di Maccarese, la cerimonia ha incoronato per questo primo anno l’Associazione chef del litorale Periferia Iodata, per il primo anno, il premio è andato all'associazione periferia iodata presieduta da Gianfranco Pascucci, del ristorante Pascucci al Porticciolo di Fiumicino, 1 stella Michelin dal 2012, 3 forchette per il Gambero Rosso, miglior ristorante di pesce e 3 cappelli per la guida de L’Espresso. Dell’associazione fanno parte anche Lele Usai, chef stellato del Tino di Fiumicino, Marco Claroni, patron dell’Osteria dell’Orologio sempre a Fiumicino, Beniamino Gili, chef de La Baia di Fregene, Andrea Salce (Il Riviera), Fabio Di Vilio (La Scialuppa Da Salvatore) e Maria Cristina Sebastiani (Rosario). A presentare alle 11 la premiazione è stata la giornalista e conduttrice di Linea Verde Daniela Ferolla. Mentre, alle 12, si è potuto partecipare a un light lunch proprio a cura degli chef dell’associazione.

  • IMMAGINE
  • Fine Dining Lovers