Albicocche sciroppate

29 Aprile 2020

Ingredienti per 8 persone

Le albicocche sciroppate sono una conserva da preparare in estate e tenere sempre in dispensa, per realizzare dolci golosi o da mangiare semplicemente come spuntino. Una volta trovati frutti maturi al punto giusto, non devono essere né troppo acerbi né troppo maturi, il procedimento è molto semplice: si fanno sbollentare per pochi minuti e poi vengono ricoperte da uno sciroppo realizzato semplicemente con acqua e zucchero. È possibile anche aromatizzare lo sciroppo, con scorza di limone, menta o anice stellato che non andrà a compromettere il sapore dei frutti, ma li renderà più freschi e profumati. Molta frutta si presta ad essere conservata con questa tecnica, dalle pesche alle pere, fino alle more di rovo o le ciliegie.

Preparazione Albicocche sciroppate

  1. Iniziate suddividendo l’acqua in due pentole separate, un litro per ogni pentola, e in una delle due aggiungete lo zucchero. Portate entrambe a bollore.
  2. Nel frattempo lavate le albicocche, eliminate la buccia, tagliatele a metà ed eliminate il nocciolo.
  3. Sbollentate le albicocche per due minuti nella pentola con l’acqua senza zucchero, poi scolatele delicatamente.
  4. Mettete le albicocche in barattoli di vetro sterilizzati e versateci sopra lo sciroppo di acqua e zucchero, aiutandovi con un imbuto, fino a coprirle completamente.
  5. Chiudete i barattoli e metteteli a testa in giù per far formare il sottovuoto. Una volta freddi poneteli in una pentola abbastanza grande da contenerli e copriteli di acqua. Portate a bollore e mantenetelo per 30 minuti circa, poi spegnete il fuoco e lasciate raffreddare i barattoli nella pentola.

Una volta freddi, conservate i barattoli in dispensa e lasciateli almeno 15 giorni prima di consumarli.