Alici alla scapece, come si preparano

5 Marzo 2020

Ingredienti

Le alici alla scapece sono un secondo di origine napoletana, diffuso anche in altre zone del Sud Italia, in particolare della Basilicata e della Puglia. Si tratta di un piatto dal gusto deciso in cui le alici, infarinate e fritte, vengono condite con una marinata prevalentemente a base di aceto che conferisce al pesce un sapore forte e dà al palato la sensazione di sgrassarlo. Procuratevi delle alici di medie dimensioni che abbiamo carni sode e pelle lucente. Potete procedere a eviscerarle da soli oppure fatevi aiutare dal vostro pescivendolo. In caso vogliate pulirle a casa potete fare pressione sul ventre e spostarsi verso la testa. Così potrete eliminare la lisca e la testa e aprirle a libro. Le alici alla scapece sono, inoltre, una preparazione furba per l’organizzazione di cene e buffet, perché richiedono 24 ore di marinatura e per questo è bene prepararle in anticipo.

Preparazione Alici alla scapece

  1. Sciacquate le alici sotto l’acqua fresca corrente, tamponatele con carta assorbente e infarinatele accuratamente con la semola.
  2. Scaldate abbondante olio di semi di arachide: quando avrà raggiunto i 170°C – oppure immergendo uno stecco di legno vedrete delle bollicine – immergete i filetti infarinati, pochi per volta. Fateli cuocere girandoli a metà cottura, fino a doratura. Poi scolateli in una ciotola con carta assorbente.
  3. Raccogliete in un pentolino l’aceto, l’acqua, l’aglio e il peperoncino tagliati a fettine. Portate a bollore.
  4. Distribuite le alici fritte in una pirofila bassa e larga alternandole a foglie di menta fresca; salate e pepate. Quindi ricopritele con la marinata e chiudetele con un foglio di pellicola. Fatele riposare in luogo fresco per almeno 24 ore e servitele a temperatura ambiente.