Baci di dama al caffè

17 Marzo 2020

Ingredienti per 6 persone

Stuzzicante variante della classica ricetta di origine piemontese, i baci di dama al caffè costituiscono un piccolo peccato di gola agli occhi di chi ha un debole per la caffeina. I baci di dama al caffè sono dei biscottini adatti da gustare alla fine dei pasti o per un piacevole sfizio goloso. Semplici da preparare, rispetto alla ricetta originale prevedono l’aggiunta del caffè all’impasto, che non solo si sposa alla grande con il sapore delle nocciole – ingrediente principale della ricetta – ma che conferisce loro una marcia in più. La ricetta che trovate sotto vi consente di ottenere dei baci di dama da pasticceria: il risultato è eccezionale. Serviteli insieme al caffè, o sgranocchiateli durante qualsiasi momento della giornata. Nel caso in cui dovessero avanzare, si conservano in una scatola di latta per una settimana circa.

Preparazione Baci di dama al caffè

  1. Versate in una ciotola la farina setacciata, il cacao amaro in polvere, la farina di nocciole, il burro morbido a cubetti, i due caffè ristretti ed ancora la vaniglia ed il sale.
  2. Mescolate bene, quindi impastate velocemente con le mani fino ad ottenere un impasto sodo e liscio. Avvolgetelo nella pellicola e tenetelo in frigo per 30 minuti.
  3. Adesso riprendete l’impasto e create delle palline della grandezza di una noce (si consiglia di farle riposare in frigo ancora per un’ora circa).
  4. Trasferitele in forno caldo a 170°C e fatele cuocere per almeno 10-12 minuti. Tiratele fuori e fatele raffreddare completamente.
  5. Adesso fate sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria con il caffè ristretto.
  6. Mescolate bene, fate intiepidire e farcite i biscottini a due a due, premendo delicatamente.

Prima di gustare, fate solidificare completamente il cioccolato per apprezzarne al meglio la resa.

Variante Baci di dama al caffè

Questa è una variante dei baci di dama senza mandorle ma, se volete, potete sostituirle in tutto o in parte alle nocciole. Provate anche il cioccolato bianco al posto di quello fondente per la farcitura.