Home Ricette Contorni Bieta stufata: contorno fresco

Bieta stufata: contorno fresco

La ricetta della bieta stufata, un contorno semplice e versatile che si sposa con qualsiasi secondo piatto, dalla carne al pesce.

di Roberta Favazzo

La bieta stufata è un semplice quanto popolare contorno di verdure, versatile e adatto a tutta una serie di secondi piatti. Dalla carne al pesce, uova e formaggi inclusi, si sposa bene con qualunque portata, ed il suo bello è che non richiede alcuna particolare accortezza, solo l’uso del giusto condimento. Ecco come portarla in tavola.

Ingredienti per 4 persone

  • 30
  • 70 cal x 100g
  • bassa

Preparazione Bieta stufata

  1. Lavate e mondate la bieta, tagliatela a pezzi e lessatela per circa 5 minuti. Potete anche cuocere separatamente i gambi e le foglie, differenziando i tempi.

  2. Scolate la bieta e tenetela da parte. Versate in una padella l’olio e gli spicchi di aglio e fatelo imbiondire.

  3. Unite anche del peperoncino in polvere se piace, e aggiungete la verdura, facendola insaporire bene per circa 5 minuti.

Come si puliscono le bietole?

Pulire le bietole è semplicissimo: basta tagliare la parte alla base del gambo per eliminare l’eventuale terra presente, quindi prelevare, una dopo l’altra, le foglie e lavarle con acqua fresca. A questo punto potete decidere di ricavare le coste, separandole dalle foglie, in quanto richiedono una diversa durata della cottura.

Come cucinare le bietole

Prima di poter essere gustate, le bietole devono essere cucinate. Per farlo dovete prima sbollentarle, quindi scolarle e successivamente passarle in padella con aglio, olio e peperoncino, oppure unire dei pomodorini, farle gratinate al forno, farle saltare in padella con le acciughe, condire la pasta e tanto altro.

Variante Bieta stufata

La bieta stufata al pomodoro è la versione in rosso della pietanza: si presta come contorno versatile per secondi piatti di carne o di pesce. Per altre ricette con la bieta cliccate qui

: