Home Ricette Biscotti Biscotti del Lagaccio: la tradizione dolce di Genova

Biscotti del Lagaccio: la tradizione dolce di Genova

I biscotti del Legaccio sono dolci al forno tipici della storia antica Genovese. Provateli a colazione sono perfetti per l’inzuppo.

di Alessandra Rosati

I biscotti del lagaccio sono dolci genovesi. La storia di questi biscotti è antica, nascono nel ‘500, in un forno collocato nel quartiere genovese del Lagaccio. Come per altri biscotti secchi nati a Genova, anche i biscotti del Lagaccio erano realizzati per essere conservati sulle navi, per i lunghi viaggi di pescatori e marinai. Sovente, vengono confusi con i biscotti della salute: sono entrambi prodotti genovesi, ma il biscotto della salute col tempo è diventato molto più simile alle fette biscottate, mentre il Lagaccio, arricchito con semi di finocchio o anice, è rimasto un prodotto da pasticceria. Sono biscotti gustosi e fragranti, la doppia cottura li rende molto friabili, perfetti per l’inzuppo, conservateli in scatole di latta o sottovuoto per averli sempre croccanti come appena sfornati.

 

Ingredienti per 6 persone

  • Preparazione 80 min
  • Tempo di riposo 1440 min
  • Calorie 296 cal x 100g
  • Difficoltà bassa

Preparazione Biscotti del Legaccio

  1. Preparate il lievitino, mettendo in un contenitore 160 g di farina, 100 g di acqua e 10 g di lievito di birra, coprite bene con la pellicola trasparente.

  2. Lasciate lievitare per 2 ore circa o comunque fino al suo raddoppio. Nella ciotola dell’impastatrice versate 250 g di farina, unite tutto il lievitino, 80 g di acqua, 4g di lievito di birra, 180 g di zucchero e impastate fino a ottenere una sfera omogenea che si stacca dalla pareti della ciotola, a questo punto aggiungete il burro con il sale, e infine i semi di finocchio. Il vostro impasto è pronto quando si presenta elastico e omogeneo, trasferitelo in un contenitore coperto e fatelo lievitare in ambiente tiepido per circa 2 ore o comunque fino al raddoppio del volume.

  1. Trasferite l’impasto su un piano di lavoro e dividetelo in 2 filoncini,

  2. Trasferiteli su una teglia foderata con carta forno, coprite con pellicola e fate lievitare fino al raddoppio del volume. Preriscaldate il forno a 180°C cuocete i filoncini per 25-30 minuti, fino a doratura, sfornate e trasferiteli su una gratella fino al giorno successivo.

  3. Il giorno dopo tagliateli a fettine, in diagonale dello spessore di 1,5 cm. Disponeteli in una teglia rivestita di carta forno.

  4. Preriscaldate il forno a 180°C infornate e biscottate per 5-10 minuti per lato, facendo attenzione che non brucino. Sfornateli, lasciateli raffreddare completamente e conservateli in una scatola di latta.