Branzino all’acqua pazza: la tradizione

18 Agosto 2020

Ingredienti per 4 persone

Il branzino all’acqua pazza è un secondo piatto di pesce leggero da preparare per una cena o un pranzo veloce, senza rinunciare al gusto e davvero molto facile da realizzare. L’acqua pazza è il sughetto formato semplicemente da olio extravergine di oliva, pomodori, aglio e prezzemolo saltati velocemente per mantenere i sapori freschi; questo tipo di preparazione è molto diffusa nelle Regioni del sud, in cui si possono facilmente trovare versioni con il pesce spada, tipico siciliano, l’orata o anche il merluzzo. La semplicità degli ingredienti di base si presta a personalizzazioni come in questo caso con olive e capperi, ma si possono aggiungere erbe aromatiche o peperoncino in base ai gusti. Fate sempre molta attenzione alla scelta del pesce, che sia fresco e di buona qualità; se non trovate il branzino intero potete anche utilizzare i filetti: in questo modo la preparazione risulterà ancora più semplice e veloce.

Preparazione Branzino all'acqua pazza

  1. Lavate i pomodorini e tagliateli a metà, in una padella capiente fate scaldare l’olio extravergine di oliva con gli spicchi di aglio, aggiungete i pomodorini, le olive e i capperi e fateli saltare qualche minuto. Salate e coprite con mezzo bicchiere di acqua.
  2. Una volta puliti i branzini, poneteli in padella e aggiungete l’origano e il prezzemolo, aggiustare di sale e lasciate cuocere a fuoco medio con il coperchio per circa 20 minuti.
  3. Controllate la cottura del pesce che sia uniforme e quando il sughetto si è ristretto spegnete il fuoco.

Servite i filetti con il sughetto ben caldo.

I Video di Agrodolce: Supplì con rigaglie