Calamari farciti di capperi, all‘aneto

3 Agosto 2020
di Maria De La Paz

Ingredienti per 4 persone

I calamari farciti di capperi sono un secondo piatto di pesce ideale per la cena. Esistono una serie di calamari ripieni, quelli con le patate, di zucca, quelli al sugo, in tutte però è necessario che i calamari siano morbidissimi dopo la cottura. In questo caso usate quelli di piccole dimensioni e cuoceteli in forno.

Preparazione Calamaretti farciti di capperi all‘aneto

  1. Pulite i calamari togliendo l’osso, gli occhi e la bocca. Vuotate la sacca, lavate e asciugate. Dissalate e deliscate le acciughe, lavate i capperi sotto l’acqua corrente per togliere il sale, tritate con i filetti di acciuga e mettete tutto in una terrina. Tritate il prezzemolo con uno spicchio di aglio e unitelo al composto di acciughe e capperi. Aggiungete tre cucchiai di pangrattato, inumidite con acqua e versate un filo di olio. Mescolate fino a ottenere un impasto omogeneo, con cui riempirete le sacche dei calamari. Chiudetele con uno stecchino.
  2. In un tegame, meglio se di coccio, fate imbiondire l‘altro spicchio di aglio nell’olio, poi toglietelo e mettete a cuocere i calamaretti a fuoco vivo per far consumare la loro acqua. Spruzzateli con il vino e, appena sarà evaporato, salate e pepate. Aggiungete l’acqua calda e cuocete a fuoco basso per trenta minuti, fino che non sarà evaporata.
  3. Prelevateli dal tegame e ripassateli nel pangrattato con un filo di olio e aneto fresco tritato. Passate al forno con il gratin a 180°C per cinque minuti. Decorate con un frutto di cappero o con un po’ di aneto fresco.

Servite caldi, in piattini da finger food oppure in vassoi da buffet.

I Video di Agrodolce: Crema fritta