Capesante gratinate all’aglio, antipasto delle feste

20 Dicembre 2019
di Anna Moroni

Ingredienti per 4 persone

Le capesante gratinate all’aglio sono un antipasto perfetto per la Vigilia di Natale o il Cenone di Capodanno. A differenza della ricetta tradizionale questa prevede l’utilizzo dell’aglio. Cercate però di non abusarne per non far prevalere questo sapore su quello del pesce.

Preparazione Capesante gratinate

  1. Iniziate con la pulizia delle capesante. Sciacquatele sotto l’acqua corrente e poi lasciatele coperte d’acqua e sale grosso per circa 15 minuti. Per evitare di farci male, proteggete la mano con un asciughino ripiegato più volte.
  2. Impugnate una capasanta e prendete un coltellino con una lama appuntita e molto affilata. Facendo molta attenzione, inserite la punta tra le due valve forzandone leggermente l’apertura. Con il coltello staccate dalla valva superiore (quella piatta), il muscolo che la tiene legata a quella inferiore. Ora potete aprire facilmente la conchiglia. Staccate il mollusco anche dalla parte concava eliminando la protezione trasparente, piena di sabbia.
  3. Separate accuratamente la parte bianca (noce) e quella arancione (corallo), da quelle nere e filamentose. Sciacquate per bene sotto acqua corrente fresca le due parti pregiate e fatele spurgare per un quarto d’ora in acqua salata. Sgocciolatele e asciugatele con carta assorbente da cucina.
    Se volete utilizzare anche i gusci, lavateli per un quarto d’ora in acqua bollente salata con aggiunta di bicarbonato. Di seguito, sciacquateli con cura.
  4. Accendete il forno a 200°C con funzione statica. Lavate e tritate il prezzemolo e sbucciate e tritate l’aglio. Prendete il pangrattato, uniteci il prezzemolo, l’aglio e un po’ di olio extravergine di oliva.
  5. Rimettete le capesante all’interno del loro guscio, cospargetele con il pangrattato, ungetele leggermente, ponetele su una teglia da forno e infornate in forno caldo per dieci o quindici minuti.

Servite calde.

I Video di Agrodolce: Crema chantilly