Caponata senza uvetta: variante semplice

8 Agosto 2020
di Anna Moroni

Ingredienti per 6 persone

La caponata senza uvetta e pinoli è una variante semplice semplice della ricetta tradizionale. Preparate le melanzane aggiungendo il sedano, capperi, olive e condendo con la salsa di pomodoro. Utilizzate la caponata come contorno di piatti di carne semplici o di pesce.

Preparazione Caponata a modo mio

  1. Lavate e asciugate accuratamente le melanzane. Senza sbucciarle, tagliatele a cubetti di un paio di centimetri di lato.
  2. Se non apprezzate il loro retrogusto amarognolo, salatele con sale grosso e mettetele in uno scolapasta con un peso sopra. Lasciatele a scolare per un’oretta, quindi risciacquatetele abbondantemente, per eliminare il sale e strizziamole.
  3. Lavate il sedano e privatelo degli eventuali filamenti.
  4. Portate a ebollizione una pentola piena d’acqua, su fiamma vivace. Salate e lessateci il sedano per tre minuti, in modo che risulti sbollentato ma conservi una consistenza pienamente croccante. Scolatelo e tagliatelo a cubetti.
  5. Versate abbondante olio di oliva in una capiente padella e friggete le melanzane, avendo cura di non eccedere con la quantità di melanzane in padella: se saranno ammassate, la temperatura dell’olio si abbasserà e le melanzane si impregneranno. Per evitare il problema, meglio friggere in due o tre volte.
  6. Tritate la cipolla e fatela appassire in un’altra padella, con un filo di olio. Unite il sedano, la salsa di pomodoro, le olive e i capperi dissalati.
  7. Quando i sapori si saranno amalgamati, aggiungete l’aceto e lo zucchero, lasciate cuocere per un paio di minuti e, infine, unite anche le melanzane. Lasciate insaporire per qualche minuto ancora e spegnete.

Prima di portare in tavola, aspettate che si raffreddi: la caponata è ottima a temperatura ambiente.

I Video di Agrodolce: Palline di cocco e mascarpone