Cevapcici in padella, le polpette bosniache

  • TIPOLOGIA
  • Difficoltà
  • Preparazione
  • Riposo
  • Calorie
  • Ricetta economica
17 Maggio 2019

Ingredienti per 6 persone

I cevapcici in padella sono un secondo piatto di carne tipico della cucina bosniaca dove vengono venduti come cibo di strada, ma diffuso anche nella cucina del Nord-Est italiano. Si tratta di polpette composte da tre tipi di carne e ricche di spezie, dunque presentano un sapore molto deciso e caratteristico. La salsa allo yogurt aggiunge freschezza e una punta di acidità. Sembra che i cevapcici vennero serviti per la prima volta a Belgrado intorno al 1860 nella trattoria Da Tanasko Rajić nei pressi del Grande Mercato (oggi Piazza degli Studenti). Queste polpette riscossero talmente tanto successo che il proprietario della trattoria si era così arricchito da riuscire a costruire una chiesa nella sua regione d’origine con il guadagno. Le polpette sono una delle preparazioni più antiche e rivisitate della storia, nate come piatto di riciclo: ne esistono di ogni tipo di carne o anche vegetariane o vegane come le polpette di ceci alle erbe. I cevapcici sono ottimi da soli o serviti in un panino e accompagnati da verdure fresche come nella ricetta che vi proponiamo, per un pranzo all’aperto con gli amici.

Preparazione Cevapcici in padella

  1. In una grande ciotola unite le carni, l’albume, le spezie in polvere, l’aglio, il sale, il bicarbonato e mescolate.
  2. Formate delle polpette di circa 3-4 centimetri con una forma leggermente allungata e lasciate riposare in frigo per un paio d’ore.
  3. Prendete le polpette dal frigo e fatele rosolare in padella con poco olio extravergine di oliva fin quando non sono dorate.

Servite le polpette all’interno di una pita guarnendo con insalata, pomodori e cipolle fresche, accompagnando con salsa yogurt.

Cevapcici in padella, le polpette bosniache

È pronto.