Chifel: i panini del trentino

19 Novembre 2020

Ingredienti

I chifel sono dei piccoli panini, di origine austriaca, tipici del Trentino. In tedesco Kipfel significa lunetta, forma ideata dai fornaio viennese Peter Vendier, in ricordo dell’assedio dei turchi (1683) il cui simbolo era ed è la mezzaluna. Il chifel è morbido e si presenta con la crosta sottile, più o meno croccante, in alcuni casi cosparsa di semi aromatici, e da un interno soffice e fragrante. Il chifel è un pane adatto a essere servito con la prima colazione. Si abbina, infatti, al latte, al burro e alla marmellata. Spalmato con burro e farcito con prosciutto crudo dolce, diventa un perfetto spuntino durante la giornata. Si abbina molto bene a formaggi a pasta molle che non richiedono stagionatura, ideale con crescenza e prosciutto di Praga, speck o bresaola.

Preparazione Chifel: i panini del trentino

  1. Versare l’acqua nella ciotola dell’impastatrice (o in una ciotola abbastanza capiente se non possedete un’impastatrice), aggiungere il lievito di birra fresco, la farina e cominciate ad impastare. Dopo qualche minuto, quando l’impasto è ben amalgamato aggiungere il sale. Impastate fino a formare un impasto liscio ed omogeneo, ci vorranno 12-15 minuti circa se utilizzate una impastatrice. Estraete l’impasto dalla ciotola, dategli una forma arrotondata e ponetelo a lievitare in un contenitore chiuso per 90/120 minuti circa, deve raddoppiare.
  2. Ribaltate l’impasto sul piano di lavoro tagliatelo a metà e stendetelo, con un matterello, a forma di rettangolo ad uno spessore di circa 5 mm.
  3. Ricavate dei triangoli. Arrotolate partendo dalla base fino ad arrivare alla punta, che deve finire sotto.
  4. Poneteli a lievitare in una teglia rivestita da carta forno per 60 minuti circa o comunque fino al loro raddoppio. Cuocete in forno, a 200°C per 20/25 minuti
I Video di Agrodolce: Come sfilettare il rombo