Riso e sushi: chirashi

Il chirashi è un tipo di sushi servito in una ciotola di riso con altri ingredienti, tra cui il pesce, disposti senza un ordine preciso. Ecco la ricetta.

Ingredienti per 4 persone

  • 50
  • 420 cal x 100g
  • media
di Mauro Padula

Il chirashi è un tipo di sushi che consiste in una ciotola di riso servita insieme ad altri ingredienti, tra cui il pesce crudo, disposti senza un ordine preciso: chirashi infatti vuol dire sushi sparpagliato. Il nome esteso di questo piatto giapponese è Edomae chirashizushi cioè sushi sparpagliato alla maniera di Edo, dove Edo è l’antico nome della città di Tokyo. Lo stile della capitale prevede la disposizione ad arte di tutti gli ingredienti sulla superficie del riso, in modo per nulla disordinato. Una variante è il Gomokusushi, un chirashi tipico invece della regione del Kansai, in cui gli ingredienti cotti o crudi sono miscelati insieme al riso. Nei ristoranti giapponesi possono essere serviti chirashi formati da un unico ingrediente, come tonno o salmone, oppure da un fantasioso insieme di più elementi per un risultato colorato e molto estetico. Per quanto riguarda il consumo di pesce crudo si raccomanda di utilizzare pesce freschissimo e di congelarlo in freezer a una temperatura di – 18 °C per almeno 96 ore. In seguito bisognerà scongelarlo in frigorifero fino al momento dell’utilizzo. È inoltre consigliabile consumare il sushi entro poche ore dalla preparazione, evitando di superare le 12 ore.

Preparazione Chirashi

  1. Preparate il riso e conditelo con l’aceto seguendo il procedimento della ricetta del sushi.

  2. La preparazione del riso per sushi del chirashi
  3. Estraete i filetti di pesce congelati in precedenza per almeno 96 ore a una temperatura di -18 °C. Affettateli in strisce sottili 5 mm utilizzando un coltello a lama piatta con dei tagli perpendicolari alle fibre del pesce. Riponente in frigorifero e lasciate scongelare completamente le fettine ottenute.

  4. Il taglio del tonno per il chirashi
  5. Nel frattempo aggiungete al riso i semi di sesamo nero e l’erba cipollina tritata finemente. Potete utilizzare anche del normale sesamo, ma in questo caso fatelo tostare per qualche minuto su una padella antiaderente.

  6. Il sesamo nero e l'erba cipollina per il chirashi
  7. Distribuite il riso in quattro ciotole e livellatelo utilizzando una paletta.

  8. Il riso per il chirashi
  9. Tagliate a metà l’avocado, estraete il nocciolo e affettatelo. Eliminate la buccia e ricavate dei triangoli da ogni singola fetta.

  10. L'avocado per il chirashi
  11. Al momento di servire collocate 3 strisce di salmone e 3 di tonno su ogni ciotola.

  12. La composizione del chirashi
  13. Aggiungete anche i pezzi di avocado.

  14. La composizione del chirashi
  15. Infine, completate ogni ciotola con un cucchiaio di uova di salmone, qualche filo di cetriolo tagliato a julienne e il coriandolo fresco tritato.

  16. La composizione del chirashi

Servite accompagnando con salsa di soia da versare a piacere sul chirashi.