Home Ricette Dolci Ciambelle fritte, per colazione

Ciambelle fritte, per colazione

Le ciambelle fritte sono un dolce ideale da consumare a colazione oppure a merenda. Scopri come cucinare questa soffice bontà ricoperta di zucchero.

di Maricruz Avalos Flores

Le ciambelle fritte sono un dolce che è possibile consumare durante tutto l’anno. La preparazione è fatta con una pasta soffice e saporita che è prima fritta e poi ricoperta di zucchero. Questo dolce, amato da grandi e piccoli, è ideale da mangiare a colazione, prima di andare a scuola oppure a lavoro, come break di metà mattina oppure come sostanziosa merenda. Se confezionate più grandi possono essere tagliate a metà e farcite con crema pasticcera, cioccolato o marmellata. L’impasto può essere variamente aromatizzato con estratto di vaniglia o di arancia. In molti casi, all’impasto di base, possono essere aggiunte le patate lesse. A Napoli le ciambelle fritte, chiamate Graffe, sono un dolce tipico del Carnevale.

Ingredienti per 8 persone

  • 30
  • 300 cal x 100g
  • media

Preparazione

  1. Intiepidite il latte, per qualche secondo, nel forno a microonde (non deve essere caldo ma leggermente tiepido). Versatelo in una ciotola, aggiungete 40 g di zucchero e il lievito sbriciolato e mescolate per scioglierlo. Versate la farina sul piano di lavoro e formate la classica fontana; nel centro mettete l’uovo leggermente sbattuto, il pizzico di sale e il burro ammorbidito. Aggiungete il latte e iniziate a impastare per unire tutti gli ingredienti. L’impasto deve risultare morbido ed elastico e si deve staccare facilmente dal piano di lavoro. Mettete in una ciotola capiente, coprite con un canovaccio e lasciate lievitare al caldo per 1 ora o finché il volume non è raddoppiato.

  2. Quando l’impasto è lievitato potete procedere al confezionamento delle ciambelle in due differenti modi. Ricavate dei filoncini di pasta e conferitegli forma circolare, unendo le due estremità.

  3. Il confezionamento delle ciambelle fritte

  4. In alternativa potete stendere l’impasto sul piano di lavoro: ricavate una sfoglia di circa 1 cm di spessore e con un coppa pasta circolare ricavate dei dischi. Con un coppa pasta di dimensioni inferiori fate un buco nel centro del disco per ottenere la caratteristica forma della ciambella.

  5. Il confezionamento delle ciambelle fritte

  6. Trasferite le ciambelle confezionate su un vassoio rivestito con carta forno e lasciatele lievitare fin quando non avranno raddoppiato il loro volume (occorre all’incirca 1 ora).

  7. Versate abbondante olio di semi all’interno di una padella dai bordi alti, portatelo a temperatura e friggete le ciambelle una alla volta. Scolatele sulla carta paglia e spolverizzatele con il restante zucchero semolato.

Accompagnate con una tazza di caffè.

Che olio usare per friggere le ciambelle?

Per friggere le ciambelle è sempre consigliato utilizzare un olio di semi preferite quello di arachide, o se volete contenere i costi uno di semi di girasole. Ricordate sempre di versare abbondante olio nella pentola in modo da far galleggiare le ciambelle e di portarlo a una temperatura di almeno 175 °C.

Variante

Aromatizzate le ciambelle aggiungendo 1 cucchiaio di scorza di limone grattugiata. Potete unire a questo impasto 200 g di patate lesse schiacciate. Se vi piacciono le ciambelle ecco altre ricette: