Home Ricette Dolci Dolci da Forno Ciaramilla marchigiana: il dolce delle spose

Ciaramilla marchigiana: il dolce delle spose

La ciaramilla marchigiana è un dolce tipico delle Marche dal colore rosa grazie alla presenza dell’Alchermes. Provatelo.

di Alessandra Rosati

La ciaramilla marchigiana è un dolce tipico pasquale della tradizione marchigiana. Ormai quasi completamente dimenticato, le sue origini risalgono al periodo settecentesco. In passato non era solo legato alla Pasqua ma alla vigilia del matrimonio, quando veniva organizzata la stima e i genitori della futura sposa mostravano la dote che la ragazza avrebbe portato alla famiglia dello sposo, la ragazza doveva preparare un dolce, la Ciaramilla, che avrebbe così dimostrato l’abilità della futura moglie in cucina. Di colore rosato grazie all’uso dell’Alchermes, ha una forma particolare e una consistenza che si avvicina al ciambellotto duro marchigiano:  una specie di frolla morbida con una glassa a base di zucchero a velo e acqua e tanti confettini colorati che la rendono davvero irresistibile.

Ingredienti per 6 persone

  • 60
  • 274 cal x 100g
  • bassa

Preparazione Ciaramilla marchigiana

  1. In una ciotola capiente versate tutti gli ingredienti: 500 g di farina, zucchero, lievito, uova, 100 g di burro, la scorza di un limone grattugiata, l’Alchermes e amalgamateli bene.

  2. Trasferite il composto su un piano leggermente infarinato e lavoratelo con le mani fino a ottenere un panetto liscio e omogeneo.

  3. Mettere da parte meno della metà dell’impasto (servirà per la parte centrale).

  4. Prendete la restante parte, allungatela fino a ottenere un rotolo e rivestite le pareti di uno stampo da 28 cm (preferibilmente apribile) leggermente imburrato e infarinato e formate un cerchio.

  5. Riprendete la parte di impasto messa da parte, ricavate due rotoli e posizionateli nella parte centrale formando una croce.

  6. Preriscaldate il forno a 180°C e cuocete per circa 40 minuti. Nel frattempo, preparate la glassa unendo lo zucchero a velo e l’acqua e mescolando bene per evitare che si formino dei grumi. Quando la torta sfornata sarà fredda versate la glassa su tutta la superficie della torta e completate decorando con i confettini colorati.

Si può usare un altro liquore?

Ovviamente se in casa non avete l’Alchermes potete anche utilizzare un altro liquore, come il Maraschino, ma noi vi consigliamo di seguire la ricetta. L’Alchermes dà al dolce il tipico colore rosa.

Variante Ciaramilla marchigiana

Se vi piacciono i dolci da forno a forma di ciambella, ecco altre ricette che fanno per voi: