Home Ricette Contorni Verdure Cime di rapa stufate alla pugliese

Cime di rapa stufate alla pugliese

Le cime di rapa stufate sono un delizioso contorno vegetariano tipico della cucina pugliese, semplici, ricche di fibre, vitamine e antiossidanti.

di Claudia Gargioni

Le cime di rapa stufate sono un delizioso contorno vegetariano tipico della cucina pugliese. Le cime di rapa sono un ortaggio a foglia che giunge a maturazione durante la stagione fredda, si consumano cotte come contorno, o in primi piatti tradizionali come le orecchiette con le cime di rapa. Sono un alimento povero di grassi ma ricco di fibre, vitamine e antiossidanti. Delle cime di rapa si consumano le foglie e le inflorescenze, più tenere e saporite, mentre i gambi si possono utilizzare nella preparazione di ottime minestre e zuppe. Le cime di rapa stufate si preparano cuocendo le foglie verdi in un tegame con olio extravergine di oliva, aglio a scaglie e peperoncino tritato. Per una ricetta autentica utilizzate un olio dal fruttato intenso, preferite olio extravergine da olive della cultivar Coratina o cima di Bitonto.

Ingredienti per 4 persone

  • 30
  • 140 cal x 100g
  • molto bassa

Preparazione Cime di rapa stufate

  1. Mondate le cime di rapa, eliminando i gambi duri e conservando solo le inflorescenze e le foglie più tenere. Lavatele sotto l’acqua corrente e scolatele velocemente.

  2. In una padella capiente versate l’olio, l’aglio sbucciato, il peperoncino e le cime di rapa. Cuocete, a tegame coperto, per 10 minuti, eliminate l’acqua in eccesso e proseguite la cottura per altri 10 minuti a pentola scoperta. Se dovessero asciugarsi troppo bagnate con poca acqua calda.

Servite calde con crostini di pane casereccio.