Home Ricette Secondi piatti Cinghiale in umido, ricco e intenso

Cinghiale in umido, ricco e intenso

Il cinghiale in umido è perfetto se servito con una porzione di polenta, portate in tavola questo sugo ricco se volete ingolosire i vostri ospiti.

di Tiziana Molti

Il cinghiale in umido è un secondo piatto ricco e saporito. Si tratta di un tipo di preparazione molto classica per questa carne, la ricetta risulta semplice prevede però tempi di preparazione e cottura molto lunghi. Il cinghiale è un maiale selvatico che appartiene infatti alla famiglia dei suidi. Il suo peso può variare dai 100 ai 350 kg a seconda dell’età dell’animale, più è giovane più la carne risulta tenera. Proprio per la sua natura selvatica la carne dell’animale è saporita e intensa. Ricordate perciò di lasciare in ammollo la carne in acqua e sale per 12 ore cambiando l’acqua almeno due o tre volte, questo gli permette di spurgare il sangue. Proseguite con una marinatura di 12 ore nel vino arricchito da spezie, erbe aromatiche, e verdure. Tutto questo procedimento è necessario e fondamentale per eliminare il sapore forte ed intenso di selvatico tipico della carne di cinghiale. La cottura con la salsa di pomodoro poi dovrà proseguire per alcune ore in modo che la carne possa diventare molto tenera. Potete arricchite il sugo con del peperoncino fresco tritato finemente o un cucchiaino di peperoncino macinato. Servite il cinghiale in umido con della polenta morbida o purè di patate.

Ingredienti per persona

  • Preparazione 200 min
  • Tempo di riposo 1440 min
  • Calorie 150 cal x 100g
  • Difficoltà bassa

Preparazione Cinghiale in umido

  1. Ponete la carne di cinghiale sotto il getto dell’acqua corrente fredda. Quando è perfettamente lavata spostatela in una ciotola capiente e coprite con altra acqua fredda, unite un pizzico di sale. Trascorse 3 ore eliminate l’acqua, e riempitene la ciotola con altra acqua. Lasciate in ammollo la carne per altre 3 ore. Ripetete l’operazione 3 volte o finché l’acqua rimane limpida.

  2. cinghiale-alla-cacciatora-step1

  3. Scolate la carne e rimettetela nella ciotola. Sbucciate la carota e la cipolla. Riducete in pezzi le verdure e unitele alla carne. Unite gli spicchi di aglio, il ginepro, la cannella, i chiodi di garofano, due foglie di alloro e un rametto di rosmarino, versate il vino rosso. Trasferite la ciotola in frigo e lasciate marinare per 12 ore. Eliminate la marinatura e tamponate la carne con un foglio di carta da cucina. Tagliate a cubetti di circa 3 centimetri.

  4. cinghiale-alla-cacciatora-step2

  5. Tritate finemente la cipolla e fatela rosolare in un tegame di coccio con alcuni cucchiai di olio extravergine d’oliva.

  6. cinghiale-in-umido-step1

  7. Unite la carne di cinghiale e fatela rosolare, fate evaporare tutto il liquido che rilascia, occorrono 20-30 minuti.

  8. cinghiale-in-umido-step2

  9. Aggiungete due rametti di rosmarino.

  10. cinghiale-in-umido-step3

  11. Unite la salsa di pomodoro e il concentrato, regolate di sale e pepe e mescolate bene, lasciate cuocere a fiamma bassa per circa 2 ore e 30 minuti o fino a quando la carne risulta tenera infilzandola con una forchetta. Se necessario aggiungete poca acqua.

  12. cinghiale-in-umido-step4

Servite il cinghiale ben caldo.