Home Ricette Secondi piatti Coda in brodo, per le giornate più fredde

Coda in brodo, per le giornate più fredde

La coda in brodo è una preparazione perfetta per riscaldare le giornate più fredde. Scopri come si realizza seguendo pochi passaggi.

Ingredienti per 4 persone

  • 180
  • 250 cal x 100g
  • bassa
di Raffaella Caucci

La coda in brodo è una ricetta semplice che vi farà ottenere un consommè perfetto per servire i tortellini – o semplicemente la pastina – insieme a della carne tenera da sciogliersi in bocca. Per quanto il nome dello specifico taglio di carne possa, a volte, impressionare, la coda di bovino – conosciuta anche come coda di bue – è la parte posizionata dietro l’osso sacro dell’animale, privata di pelle e pelliccia. Si tratta di una porzione di carne che per forma ricorda l’ossobuco, composta da vertebre caudali, muscoli e tessuto connettivo (tipo il muscoletto appunto) che, con una lunga cottura si sciolgono e fanno sì che la carne diventi tenerissima e succosa. Scoprite quanto è facile preparare la coda in brodo seguendo le nostre indicazioni.

Preparazione Coda in brodo

  1. Sbucciate le verdure, lavatele e tagliatele a tocchetti grossolani.

  2. Raccogliete la coda insieme all’acqua fredda in una casseruola, portate su fuoco vivace e aspettate il bollore.

  3. Aggiungete le verdure, qualche grano di pepe e circa un cucchiaio di sale, poi lasciate cuocere sul fuoco.

  4. Con un mestolo raccogliete in più riprese e con pazienza tutta la schiuma che si formerà sulla superficie del brodo. Quindi eliminatela completamente fin quando il brodo non sarà limpido. Abbassate ancora la fiamma lasciando sobollire dolcemente, incoperchiate e fate cuocere per circa un’ora e mezza la coda, o comunque fin quando la carne non sarà tenera e toccandola si disferà.

Servite la coda in brodo ben calda.