Conchiglioni ripieni di baccalà: rinnovare la tradizione

29 Luglio 2019

Ingredienti per 4 persone

I conchiglioni ripieni di baccalà sono un primo piatto di pesce delicato e scenografico perfetto da offrire ai vostri ospiti. Pare che in Portogallo il baccalà abbia una ricetta per ogni giorno dell’anno, ma anche l’Italia non è lontana da questo primato poiché sia il baccalà che lo stoccafisso sono ingredienti largamente diffusi nella nostra tradizione culinaria. Entrambi sono prodotti della lavorazione del merluzzo, che viene pescato nei mari freddi del Nord Europa e in seguito conservato in vari modi. Quando si conserva per mezzo della salagione si parla di baccalà, quando il merluzzo viene essiccato prende il nome di stoccafisso. In questa ricetta la sapidità del baccalà viene stemperata dal latte e dalle patate, dando vita a una crema molto piacevole che sa di pesce senza risultare stucchevole. Il piatto è buono sia tiepido che freddo e volendo si può passare in forno per una leggera gratinatura. Il pomodoro si può utilizzare fresco, sia crudo che cotto, si può insaporire con l’aggiunta di peperoncino o di capperi e olive.

Preparazione Conchiglioni ripieni di baccalà

  1. In una padella mettete il baccalà sciacquato, privato della pelle e tagliato a pezzi con il latte e le patate tagliate a dadini. Fate cuocere per circa 20 minuti fino a quando le patate sono morbide. Regolate di sale, passate tutto al mixer e lasciate da parte.
  2. Fate prendere calore all’olio extravergine di oliva con lo spicchio d’aglio, poi versate la polpa di pomodoro e le foglie di basilico, regolate di sale e lasciate cuocere dieci minuti. Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e riempite ogni conchiglia con la crema di baccalà aiutandovi con un cucchiaio o una sac à poche.

Sistemate il pomodoro sulla base del piatto, poi adagiatevi sopra le conchiglie ripiene. Condite con un giro d’olio extravergine di oliva a crudo e foglie fresche di basilico.