Crema di fagioli al tartufo: per la stagione fredda

14 Settembre 2014
di Anna Moroni

Ingredienti per 4 persone

Preparazione Crema di fagioli al tartufo

  1. La sera prima, mettete a bagno i cannellini in abbondante acqua fredda (almeno due litri). In estate riponeteli in frigo, per evitare che fermentino. Lasciateceli per tutta la notte.
  2. Il giorno seguente ponete in una pentola i fagioli cannellini ormai perfettamente reidratati (devono assumere un colore chiaro somigliante a quello dei fagioli cotti, piuttosto che un colore bianco perlaceo come quelli secchi), insieme a due spicchi d’aglio e le foglie di timo.
  3. Portate lentamente ad ebollizione, schiumate se necessario, e lasciate sobbollire fino a cottura completa. Occorrono, a fiamma bassa, circa un paio d’ore. Trascorso il tempo, verificate che i fagioli siano ben cotti assaggiandone uno. Qualora siano ancora duri, prolungate il tempo di cottura.
  4. Una volta cotti, frullate i fagioli con un frullatore ad immersione o un mixer. Se in famiglia qualcuno ha problemi nel digerire le bucce, setacciatele oppure, invece di frullare, passate il tutto con un passaverdura.
  5. Unite alla crema di fagioli cannellini l’acqua di cottura sufficiente ad ottenere un composto della consistenza desiderata (c’è chi la preferisce più densa e chi più liquida), ed aggiustate di sale.
  6. In un padellino lasciate scaldare due cucchiai di olio extravergine di oliva con metà del tartufo grattugiato e versate l’olio così ottenuto sopra la crema che avrete già provveduto ad impiattare.
Cospargete con lamelle di tartufo e portate in tavola.