Home Ricette Dolci Dolci alle mandorle calabresi: per Natale

Dolci alle mandorle calabresi: per Natale

I dolci alle mandorle calabresi sono paste morbide e profumate, per accompagnare una tazza di tè o festeggiare in famiglia.

di Irene Cirillo

I dolci alle mandorle calabresi sono paste tipiche che riempiono i banconi dei bar, ideali per essere portati in dono ad amici o da esporre in tavolate di festa. Derivano dalla tradizione siciliana, in cui le mandorle come altri ingredienti ormai tipici, sono stati importati dalla popolazione araba e subito entrati a far parte della tradizione locale. Non solo in Calabria, ma anche in Puglia si possono trovare questi pasticcini secchi che fanno sempre bella figura e sono ottimi per accompagnare il tè o fare uno spuntino pomeridiano. Si possono rendere queste paste calabresi ancora più caratteristiche, come vengono fatte nella provincia di Reggio Calabria dove sono particolarmente diffuse e apprezzate, aggiungendo aroma o ancora meglio della pasta di bergamotto all’impasto: ne basta un cucchiaio per ottenere tutto il profumo della provincia. La pasta di bergamotto è simile alla pasta di mandorla, forse un po’ difficile da trovare, ma potete rimediare utilizzando l’aroma del frutto.

Ingredienti per 6 persone

  • Preparazione 50 min
  • Calorie 200 cal x 100g
  • Difficoltà bassa

Preparazione Dolci alle mandorle calabresi

  1. Disponete la farina sul piano da lavoro a forma di fontana e aggiungete gli albumi al centro. Iniziate ad impastare e lavorate il composto fino a renderlo abbastanza sodo e uniforme.

  2. Preparate le teglie da forno rivestendole con carta forno, mettete l’impasto in sac à poche con un becco rigato e iniziate a formare i dolcetti sulle teglie, ben distanziati tra loro, dandogli una forma di ciambellina non troppo sottile e con il buco centrale davvero molto piccolo. Si devono quasi chiudere in un unico pasticcino.

  3. Completate ogni pasta ponendo al centro una mandorla intera e una spolverata di zucchero a velo. Ponete a cuocere in forno caldo a 200° C per circa 10 minuti, fin quando risultano leggermente dorate.

Lasciate raffreddare e servite.