Home Ricette Dolci Focaccia alessandrina, il dolce genuino del Piemonte

Focaccia alessandrina, il dolce genuino del Piemonte

La Focaccia alessandrina è una sorta di focaccia genovese con l’aggiunta di una salamoia dolce che la rende ideale per una merenda sfiziosa.

di Genny Gallo

La focaccia alessandrina è una focaccia dolce davvero deliziosa: l’impasto della classica focaccia viene condito con una salamoia di acqua e olio, come nel caso della focaccia genovese, ma cosparso con abbondante zucchero. Il risultato è una crosticina croccante a cui non si riesce a resistere. Potete servirla anche a colazione farcendola, per i più golosi con la crema di nocciole o la marmellata, oppure per una pratica merenda fuori casa. La focaccia se ben conservata può essere mangiata anche 3/4 giorni dopo la cottura, anche se, vista la sua bontà temiamo che finirà in un batter d’occhio.

Ingredienti per 6 persone

  • 30
  • 372 cal x 100g
  • bassa

Preparazione Focaccia alessandrina

  1. Nella ciotola dell’impastatrice (ma potete farlo anche a mano) versate la farina e il lievito. Unite il latte insieme all’acqua e a un pizzico di sale e impastate fino ad avere un composto omogeneo.

  2. Ponete l’impasto coperto in una ciotola a lievitare per 30 minuti.

  3. Stendete la pasta con un mattarello e adagiatela in una teglia . Lasciate lievitare ancora circa 45 minuti. Create delle fossette con i polpastrelli.

  4. Preparate la salamoia di acqua e olio e versatela sulla focaccia. Spolverate con lo zucchero semolato. Infornate la focaccia a 200°C (forno statico) per 10 minuti sul ripiano più basso;  trasferite, poi, sul ripiano medio e lasciate cuocere altri 10 minuti.