Frittata con patate e finocchio selvatico

18 Maggio 2014
di Anna Moroni

Ingredienti per 4 persone

Preparazione Frittata con patate e finocchio selvatico

  1. Lavate le patate e, senza sbucciarle, mettetele dentro una capiente pentola, copritele con acqua fredda e portate ad ebollizione. Salate e lasciate cuocere per 20/30 minuti in base alla dimensione delle patate. Verificate che siano cotte forandole con un coltello: dovrà penetrare con facilità.
  2. Toglietele dalla pentola e cercate di sbucciarle il prima possibile poiché da calde si pelano meglio. Tagliatele a fette di circa un centimetro di spessore e mettetele su un piatto, coperte con pellicola di alluminio in modo che non si freddino.
  3. Sbucciate e tritate abbastanza sottilemente la cipolla. Prendete una padella antiaderente e versateci due cucchiai di olio extravergine di oliva. Mettetela su fiamma media e fatela scaldare delicatamente. Aggiungete le cipolle e lasciatele appassire, lentamente.
  4. Quando la cipolla si è imbiondita, unite le fette di patate, aggiustate di sale e insaporite con i fiori del finocchio selvatico e con pepe nero appena macinato. Sempre a fuoco medio, schiacciate e compattate il composto continuamente.
  5. Lentamente e grazie al calore, l’impasto tenderà a compattarsi, dando vita ad una specie di frittata. A questo punto, lasciatelo così senza muoverlo, fino a quando sulla parte inferiore si sarà formata una leggera crosticina sul marrone dorato.
  6. Con l’aiuto di un piatto o di un coperchio, girate la frittata e lasciatea rosolare bene anche dall’altro lato.
Servitela ben calda.