Gattò di patate vegetariano con zucchine e olive

26 Maggio 2021

Ingredienti per 4 persone

Il gattò di patate con zucchine e olive è una gustosa variante vegetariana al tradizionale gattò napoletano. Nell’impasto della ricetta a tutti nota si utilizzano provola o scamorza come parte filante e cubetti di prosciutto o salame come parte gustosa, in questa variante potete inserire zucchine saltate e olive taggiasche, per un piatto adatto a chi segue una dieta vegetariana. Questo gattò di patate, inoltre, è un ottimo piatto svuota frigo che si può realizzare anche con qualche ora di anticipo e conservare in frigo fino al momento della cottura.  L’origine del gatò è francese come ci suggerisce il nome stesso: gâteau viene poi italianizzato in gattò o gatò. Infatti è grazie a cuochi francesi chiamati alla corte del Re di Napoli che questa preparazione sbarca in Italia, per essere qui rivisitata con ingredienti del territorio. Potete servire il gattò di patate, zucchine e olive sia caldo ma anche a temperatura ambiente. Perfetto per un buffet, una cena veloce o un picnic, il gattò di patate con zucchine e olive è un gustoso piatto unico da servire con un insalata di stagione. Un piccolo consiglio per la scelta delle patate: quelle più giuste sono le patate vecchie, preferibilmente con la buccia rossa che si rivelano più delle altre capaci di assorbire l’acqua che rilasceranno in cottura gli altri ingredienti.

Preparazione Gattò di patate con zucchine e olive

  1. Saltate le zucchine a listarelle in padella con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio. Regolate di sale, eliminate l’aglio e tenete da parte. Schiacciate le patate in una ciotola capiente, fatele intiepidire e aggiungete le uova. Mescolate e regolate di sale e pepe.
  2. Aggiungete anche il latte.
  3. Unite anche il formaggio grattugiato, le zucchine ormai fredde e amalgamate delicatamente il tutto.
  4. Aggiungete all’impasto anche le olive denocciolate.
  5. Trasferite il composto in una teglia rettangolare di 25×15 cm imburrata e cosparsa di pangrattato. Livellate bene e coprite con altro pangrattato e qualche fiocchetto di burro. Infornate il gattò a 200°C per circa 40 minuti.

Sfornate, lasciate intiepidire e servite. Potete decorare il piatto con qualche foglia di baslico.