Home Ricette Primi piatti Girasoli al pesto e nocciole, un primo con pasta all’uovo bigusto

Girasoli al pesto e nocciole, un primo con pasta all’uovo bigusto

Pasta all’uovo bigusto, alla curcuma e agli spinaci, condita con pesto e nocciole, impiattata come i girasoli di Van Gogh: ecco la ricetta.

di Luisanna Messeri

Ingredienti per 4 persone

  • 30
  • 490 cal x 100g
  • media

Preparazione Girasoli al pesto e nocciole

  1. Per la pasta, lavorate a lungo sulla spianatoia la farina con le uova, un cucchiaio di olio e un pizzico di sale fino. Dividete a metà l’impasto, incorporate la curcuma in una parte e 50 g di spinaci nell'altra. Lavorate ancora, avvolgete i due panetti nella pellicola e lasciateli riposare per 30 minuti.

  2. Intanto tagliate la carne di pollo a bocconcini e rosolateli in un filo d’olio con lo scalogno tritato e il timo. Sfumate con un goccio di vino e aggiustate di sale e pepe. Cuocete per mezz'ora e poi tritate insieme a 200 g spinaci, lo stracchino, il grana, un pizzico di noce moscata e correggete di sale e pepe.

  3. Tirate i panetti in sfoglie sottili. Farcite metà di ognuna con un cucchiaino di ripieno posizionato ogni otto centimetri. Coprite con le rispettive metà, non farcite e ricavate dei ravioli con un tagliapasta a forma di fiore. Cuoceteli in abbondante acqua salata.

  4. Scolate la pasta e saltatela nel burro. Sistematela nel piatto ispirandovi al vaso di girasoli di Van Gogh, condendo solo quelli verdi col pesto e ritagliando le fettine di barbabietola a mo' di foglioline e qualche erbetta aromatica per simulare il fusto.

Cospargete il tutto con nocciole, grana e semi e servite.