Gnocchi di susine: dalla tradizione friulana

11 Settembre 2019

Ingredienti per 4 persone

Gli gnocchi di susine o Zwetschgenknödel sono un primo piatto della tradizione gastronomica friulana, diffusi in particolare tra Gorizia e Trieste. Questi gnocchi dolciastri arrivarono in Friuli nei primi decenni del Novecento, quando il territorio si trovava sotto il dominio austro-ungarico. Giunti come Marillenknödel, gnocchi dolci ripieni di albicocche secche, subirono ben presto la variante con le susine, delle quali la zona, lungo il confine sloveno, era ricca. Vengono serviti come dolce ma soprattutto come primo, perché la dolcezza della cannella si smorza con l’asprigno delle susine. Gli gnocchi vengono preparati dalla fine di agosto ai primi di ottobre, quando nei mercati friulani si trovano le susine più piccole e zuccherine. Si posso utilizzare le susine rosse o le prugne. Per realizzare gnocchi morbidi ma compatti è meglio utilizzare patate farinose bianche.

Preparazione Gnocchi di susine

  1. Lessate le patate con la buccia, sbucciatele ancora calde e passatele allo schiacciapatate. In una terrina impastate la purea di patate con l’uovo, 60 grammi di burro precedentemente fuso e la farina. Regolate di sale. Ottenete un impasto omogeneo e lasciate riposare almeno mezz’ora.
  2. In una padella calda tostate il pangrattato con 20 grammi di burro, lo zucchero e la cannella in polvere.
  3. Tagliate a metà le susine, eliminando il nocciolo. Dividete l’impasto in 16 palline da circa 40 grammi e schiacciatele per formare dischetti. Riempite le mezze susine con il pangrattato aromatizzato, posizionate una metà su ogni dischetto di pasta e richiudete formando uno gnocco. Cuocete gli gnocchi in acqua bollente salata, recuperandoli man mano che salgono a galla.

Condite gli gnocchi con il burro fuso rimasto e la granella di pangrattato.