Harumaki: involtini giapponesi

11 Agosto 2020

Ingredienti per 6 persone

Gli harumaki sono la versione giapponese degli involtini primavera, sono ripieni di carne e verdure, insaporiti da salsa di soia e sake. Si preparano come quelli cinesi e sono perfetti per una serata a tema, di mangiano con salsa piccante o salsa agrodolce. Un trucco per sigillare meglio gli involtini è utilizzare acqua mescolata con poca farina: bagnando con un dito l’estremità del foglio prima di chiuderlo fungerà da colla e non si apriranno in cottura. Per realizzarli potete utilizzare anche carne già cotta e avanzata, magari da un arrosto o dal pollo al forno: in questo caso sfilettate la carne e unitela alle verdure saltate, insaporite con le salse e farcite gli involtini. Potete farli anche con gamberetti al posto della carne, sbollentateli e utilizzateli. Un’accortezza per ottenere buoni harumaki è utilizzare un buon olio per frittura: quelli di arachide o di girasole sono i più indicati perché mantengono il punto di fumo. Immergete pochi roll per volta e solo quando l’olio è ben caldo per non farli impregnare eccessivamente e renderli croccanti. Un modo più veloce di cuocerli è utilizzare poco olio in padella e lasciarli dorare pochi minuti per lato: in questo modo il risultato croccante è davvero garantito, ma attenzione a far cuocere anche la carne all’interno.

Preparazione Harumaki

  1. Mettete i funghi shiitake in acqua fredda per 10 minuti per farli ammorbidire, strizzateli e tagliateli a pezzetti insieme alla carota e al porro e fate saltare tutto in padella con poco olio di semi insieme al mais e ai germogli di soia fin quando diventano tenere.
  2. In una terrina mettete il macinato e insaporite con la salsa di soia, il sake, lo zenzero grattugiato, l’olio di sesamo, sale e pepe; aggiungete le verdure saltate e amalgamate bene tutti gli ingredienti.
  3. Iniziate a formare gli involtini: prendete un foglio di carta di riso, posizionate un cucchiaio di ripieno vicino al bordo del foglio, iniziate ad arrotolare fino ad arrivare a metà foglio, prendete le estremità laterali e piegatele verso l’interno, continuate ad arrotolare e sigillate i bordi con poca acqua.
  4. In una padella capiente fate prendere calore ad abbondante olio di semi, immergete pochi involtini per volta e friggete fin quando non diventano dorati. Aiutatevi con una schiumarola per estrarli dall’olio e posizionateli su carta assorbente da cucina per eliminare l’olio in eccesso.

Servite con salsa agrodolce e gustate.

I Video di Agrodolce: Torta Poke con arachidi