Home Ricette Primi piatti Hosomaki di tonno: facciamo sushi a casa

Hosomaki di tonno: facciamo sushi a casa

Come preparare in poche mosse gli hosomaki di tonno, super amati rotoli di sushi perfetti per un pranzetto semplice ma appagante.

di Roberta Favazzo

Gli hosomaki di tonno sono tra i tipi di sushi più popolari della cucina giapponese. Il loro nome originale è Tekkamaki, e si preparano con il tonno crudo il cui colore rosso, oltre che tipico, li rende facilmente riconoscibili tra gli altri. Preparare gli hosomaki di tonno in casa non è per nulla difficile, a patto che si abbiano a disposizione le materie prime necessarie.

Cosa sono gli hosomaki?

Come è ovvio dedurre, gli hosomaki rappresentano uno dei pezzi del sushi. Si tratta, in particolare, di uno dei tanti roll ma, a differenza degli altri, gli hosomaki sono più piccoli e sottili, specie se messi a confronto con i futomaki. Hanno un involucro di alga all’esterno ed un gustoso ripieno di riso all’interno accompagnato da un altro ingrediente. Questo può essere pesce, cetriolo, avocado o anche frutta.

Ingredienti per 4 persona

  • 50
  • 185 cal x 100g
  • media

Preparazione Hosomaki di tonno

  1. Preparate il riso: lavatelo bene e a lungo fino a quando avrà perso l’amido. Versate in  una pentola l’acqua e aggiungete il riso: accendete la fiamma e, mantenendola media, coprite con il coperchio e fate cuocere per 10-13 minuti, fino a quando non raggiunge il bollore. Solo a questo punto, abbassate la fiamma al minimo per 30 secondi, quindi spegnete il fuoco. Fate riposare per 15 minuti con il coperchio, quindi mescolate l’aceto di riso, lo zucchero e il sale in una piccola ciotola e unitela al riso caldo.

  2. Disponete su una tovaglietta di bambù un foglio di alga nori, copritelo con uno strato di riso lasciando un cm dal bordo inferiore e mettete al centro il tonno tagliato a bastoncini e, eventualmente, poco wasabi.

  3. Arrotolate dall’estremità anteriore del tappetino verso l’altra estremità continuando a stringere il rotolo con le mani per compattarne il ripieno. Rimuovete il rotolo ottenuto dal tappetino. Tagliate il roll in 8 pezzi e servite con salsa di soia e Wasabi a piacere.

Come si chiama l’alga del sushi?

L’abbiamo mangiata decine, se non centinaia, di volte. È una presenza costante di ogni pasto al ristorante giapponese nonché un ingrediente piuttosto diffuso nelle cucine orientali in genere. Come si chiama questa alga tanto cara al sushi? Il suo nome è alga nori, e si caratterizza per il gusto sapido e salato. La si trova prevalentemente essiccata ed è reperibile in fogli o strisce.

Variante Hosomaki di tonno

Una variante della ricetta adatta ai vegetariani e ai vegani è quella dei Kappamaki, involtini di riso e cetriolo. Gli uramaki hanno l’alga nori che avvolge il ripieno, mentre all’esterno c’è il riso con semi di sesamo o uova di pesce. I futomaki sono rotoli larghi farciti da più ingredienti, esistono anche i gunkan e i nigiri.