Home Ricette Secondi piatti Il secondo di magro di Elisabetta Tudor, ricetta del Venerdì Santo

Il secondo di magro di Elisabetta Tudor, ricetta del Venerdì Santo

Il secondo di magro è un piatto di pesce ideale per i giorni della Quaresima, in particolare il Venerdì Santo: ecco la ricetta a base di rana pescatrice

di Palma D'onofrio

Ingredienti per 4 persone

  • 65
  • 390 cal x 100g
  • media

Preparazione Secondo di magro: rana pescatrice aromatizzata

  1. Pestate il pepe e i chiodi di garofano e trasferiteli in una ciotola con il miele. Aggiungete lo zenzero e la noce moscata grattugiati. Mescolate. Lavate il radicchio e asciugatelo.

  2. Pulite la pescatrice ed eliminate l’osso centrale, senza separare i due filetti. Spalmate metà del miele speziato sulla parte centrale del pesce, aggiungete metà del radicchio tritato, salate e pepate.

  3. Riunite il filetto, legatelo con lo spago da cucina, spalmatelo con altro miele e mettetelo in una pirofila. Aggiungete sul fondo la stecca di cannella, le bacche di anice e irrorate tutto con olio.

  4. Infornate a 200°C per mezz'ora circa, bagnando di tanto in tanto il pesce con il fondo di cottura (potete coprirlo con un foglio di alluminio per metà del tempo).

  5. Trascorsi i trenta minuti, aggiungete al fondo un altro po’ di radicchio, quindi salate e cuocete ancora per 5 minuti.

Servite caldo.