Home Ricette Primi piatti Khinkali, ravioli georgiani a base di carne

Khinkali, ravioli georgiani a base di carne

I khinkali sono dei ravioli tipici della cucina georgiana, ripieni di carne macinata, coriandolo e prezzemolo e accompagnati da salsa piccante di pomodoro.

Ingredienti per 6 persone

  • 50
  • 400 cal x 100g
  • bassa
di Alessia Dalla Massara

I khinkali sono dei ravioli tipici della cucina georgiana. Piatti di carne – agnello, capretto, maiale, manzo – cucinati alla griglia o stufati, insalate con pomodori, cetrioli e cipolle, e ancora, ricette a base di formaggi e verdure grigliate: il tutto arricchito con spezie e aromi che portano i profumi delle terre da cui provengono. La gastronomia georgiana è questo e molto altro: grazie alla contaminazione mongola e alla rapida diffusione di usi e tradizioni attraverso i territori dell’Eurasia, le ricette tipiche della Georgia presentano interessanti richiami a molti piatti tradizionali della cultura asiatica. È il caso dei Khinkali, ricchi e sostanziosi ravioli, che nella forma richiamano i Baozi della cucina cinese, ma dai quali differiscono per un impasto “all’italiana” composto da acqua e farina. La consistenza soda e compatta e la forma allungata all’estremità superiore consentono di sostenere i ravioli nel caso in cui – aderendo fedelmente alla tradizione georgiana – decidiate di mangiarli con le mani e di intingerli in una sfiziosa salsina a base di pomodoro, miele, peperoncino e soia.

Preparazione Khinkali

  1. In una ciotola mettete le cipolle sbucciate e tritate finemente, le carni macinate, il coriandolo e il prezzemolo freschi tritati e regolate di sale e di pepe. Mescolate il tutto, unendo se necessario, qualche cucchiaio di acqua tiepida per rendere più morbido l’impasto.

  2. A parte, setacciate la farina in una ciotola con un pizzico di sale e versatevi poco alla volta l'acqua amalgamando bene fino ad ottenere un composto omogeneo e privo di grumi. Lavorate con energia l'impasto, formate una palla e lasciate riposare a temperatura ambiente per circa 30 minuti.

  3. Intanto preparate la salsa: in un padellino dai bordi alti, fate cuocere a fuoco lento la passata di pomodoro, lo zucchero e il peperoncino. Quando la salsa è omogenea e densa, spegnete il fuoco e tenete da parte.

  4. Trascorso il tempo di riposo, riprendete l’impasto dei ravioli e stendetelo su un piano da lavoro leggermente infarinato. Ritagliate dei dischi di media grandezza e farciteli con un cucchiaio di ripieno a base di carne. Sigillateli per bene alle estremità formando una sorta di picciolo.

  5. Portate ad ebollizione una pentola con acqua salata e cuocete i ravioli: dal momento in cui saliranno in superficie calcolate circa 5 minuti, quindi scolateli e serviteli ancora caldi insieme alla salsa piccante.