Lahoh, pane dello Yemen

15 Settembre 2021

Ingredienti per 4 persone

Il lahoh è un morbido pane, cotto in padella, di origine yemenita e diffuso nella cucina mediorientale, che si serve con hummus, pomodoro o con miele. Ha una consistenza spugnosa, molto simile al pane injera etiope e viene descritto come un pancake cotto senza essere capovolto. In Somalia, Somaliland, Gibuti e in alcune parti dell’Etiopia e del Kenya , il lahoh viene mangiato con stufato , zuppa o curry. Si mangia principalmente con subag (un burro somalo), olio d’oliva , olio di sesamo e zucchero o miele e viene quasi sempre consumato con il tè somalo. L’impasto dei lohah è molto versatile perché può essere preparato con diversi tipi di farine, comprese le farine senza glutine, che danno una consistenza diversa.

Preparazione Lahoh

  1. Versare in una ciotola le 2 farine miscelate, aggiungete 330 g di acqua tiepida, lo zucchero, il lievito di birra e il sale.
  2. Mescolate bene per ottenere una pastella morbida ed omogenea. Coprite con della pellicola e lasciate fermentare per 2 ore a temperatura ambiente.
  3. Trascorso il tempo, la pastella si presenterà gonfia e spumosa e avrà formato molte bollicine in superficie.
  4. A questo punto, oliate leggermente, aiutandovi un foglio di carta da cucina, un padellino antiaderente (quello per le crepes è perfetto) e fate scaldate bene. Quando il padellino è ben caldo, versateci 1 mestolo di pastella, distribuendolo su tutta la superficie del padellino. Cuocete il lahoh a fuoco medio, senza girare mai il pane, fino a che anche la parte superficiale non sarà cotta (il pane inizia a staccarsi dai bordi).Fate cuocere e trasferite il disco di pane su un panno e ripetete l’operazione fino ad esaurire la pastella.