Home Ricette Primi piatti Lasagna di verza e taleggio: il piatto che scalda

Lasagna di verza e taleggio: il piatto che scalda

La lasagna con verza e taleggio è un primo piatto gustoso. Perfetto da mangiare in compagnia durante un pranzo della domenica.

Vota
di Jacopo Ricci

La lasagna di verza e taleggio è un primo piatto perfetto da gustare per un pranzo della domenica. Si tratta di una pietanza tipica delle stagioni più fredde. La crema al taleggio e la verza doneranno alla vostra lasagna monoporzione un gusto deciso e inconfondibile. Per dare una marcia in più alla lasagna di verza e taleggio, potete aggiungere dei pezzetti di salsiccia. La sfoglia per la lasagna può essere preparata in casa, oppure, per rendere la preparazione più comoda e veloce, potrete acquistare la pasta all’uovo già pronta. Fate attenzione, però, se comprate le sfoglie di pasta secca, non dimenticate di sbollentarle un paio di minuti prima di realizzare la lasagna.

Come si fa a sapere se la lasagna è cotta?

Per accertarvi che la cottura sia esatta, utilizzate con una forchetta. Se i rebbi entreranno facilmente all’interno della preparazione vorrà dire che la pasta all’uovo è cotta. Tiratela fuori dal forno, lasciatela intiepidire e sarà pronta per essere gustata.

Ingredienti per 4 persone

  • 50
  • 568 cal x 100g
  • bassa

Preparazione Lasagna di verza e taleggio

  1. Preparate la pasta all’uovo seguendo la ricetta di Agrodolce oppure compratela pronta.

  2. Condite le foglie di verza in una teglia con sale, pepe e qualche noce di burro; cuocete in forno per 10 minuti a 180°C.

  3. Scaldate in un pentolino la panna unita al latte e il taleggio a tocchetti, fino a quando gli ingredienti non si saranno amalgamati.

  4. Create gli strati di lasagna iniziando dalla crema di taleggio ottenuta precedentemente; continuate con la pasta, una foglia di verza, di nuovo la crema, il parmigiano e il burro. Realizzate almeno tre strati. Gratinate per 10 minuti a 180°C con la funzione grill attivata.

Servite la lasagna con verza e taleggio calda.

Lasagna: chi l’ha inventata?

Nel 1634 Giovanni Battista Crisci pubblica a Napoli il libro La lucerna de corteggiani, che contiene la ricetta delle lasagne di monache stufate, mozzarella e cacio, la prima in cui le lasagne sono state farcite con un latticino a pasta filata e quindi passate al forno. La nostra lasagna ha, quindi un’origine partenopea e non emiliano-romagnolo? Pare proprio di sì.

Variante Lasagna di verza e taleggio

La lasagna con verza e taleggio può essere arricchita con la salsiccia, oppure la verza può essere sostituita con una verdura cotta di stagione che più incontra il vostro gusto.