Malfatti ricotta e spinaci: morbidi e facilissimi

17 Febbraio 2021

Ingredienti per 4 persone

I malfatti ricotta e spinaci, detti anche gnudi, sono un primo piatto tipico della cucina lombarda e toscana. Nati dalla tradizione contadina sono un piatto povero ma sostanzioso. Il loro aspetto classico è dato da una forma allungata, ma nulla vieta di realizzarli sferici della dimensione di una noce. Sono davvero molto gustosi e facilissimi da realizzare. È possibile realizzare i malfatti di ricotta e spinaci con largo anticipo, conservandoli in frigorifero fino al momento di essere cucinati. Per realizzare questa ricetta potete utilizzare sia gli spinaci freschi quelli surgelati. Una volta cotti andranno tritati fatti saltare in padella con un filo di olio e cipolla o aglio a seconda dei gusti e amalgamati a uova, farina, ricotta, parmigiano e profumati con pepe e noce moscata. La cottura avviene tuffando i malfatti in abbondante acqua salata e una volta venuti a galla basterà prelevarli con un mestolo forato, condirli con il classico condimento a base di burro e salvia e abbondante parmigiano grattugiato. Si conservano in frigorifero per due giorni o in congelatore per alcuni mesi. Una golosa alternativa al condimento classico è quella con il sugo di pomodoro o con pancetta croccante.

Preparazione Malfatti ricotta e spinaci

  1. Lavate gli spinaci, poi cuoceteli in una pentola con poca di acqua.
  2. Scolateli e lasciateli intiepidire.
  3. Strizzateli per bene in modo da eliminare tutta l’acqua e tritateli al coltello. Fateli saltare in padella con una noce di burro e lo spicchio di aglio o lo scalogno tritato per circa 10 minuti a fiamma moderata, poi lasciateli raffreddare completamente.
  4. Versateli in una terrina e aggiungete la ricotta, il parmigiano, la farina, le uova, il sale, il pepe e la noce moscata.
  5. Mescolate con un cucchiaio fino ad ottenere un composto ben amalgamato e ben lavorabile, ne troppo asciutto ne troppo umido. In caso contrario aggiungete un goccio di acqua o poca altra farina.
  6. Prelevate dei pezzetti di impasto e con le mani umide dategli una forma allungata, disponendoli man mano su della carta da forno.
  7. Tuffate i malfatti in abbondante acqua salata e quando saliranno galla, scolateli e aggiungeteli in padella insieme al burro fuso e alle foglie di salvia, facendoli insaporire per pochi minuti. Servite caldissimi con il condimento preparato e abbondante parmigiano grattugiato.

Variante Malfatti ricotta e spinaci

Se preferite potete versare gli ingredienti in un mixer ed esterne così un aspetto meno rustico e un colore più omogeneo.