Home Ricette Dolci Pampuglie alle castagne: le frittelle di carnevale

Pampuglie alle castagne: le frittelle di carnevale

Avete mai sentito parlare delle pampuglie? Sono frittelle napoletane tipiche di carnevale. Provate la versione con la farina di castagne

di Annarita Rossi

Le pampuglie napoletane sono frittelle di pasta coperte di zucchero, tipiche di carnevale. Prendono il nome dai trucioli che si ottengono dalla piallatura del legno che, in dialetto napoletano, si chiamano appunto pampuglie. Le pampuglie si accompagnano nella tradizione al sanguinaccio, una crema al cioccolato tipica napoletana. La ricetta delle pampuglie è quella classica che si poteva realizzare in famiglia, rivisitata negli ingredienti, per la presenza della farina di castagne che aggiunge sapore e friabilità all’impasto. Per variare un po’ il gusto, senza discostarsi troppo dalla tradizione, si possono utilizzare farine alternative come castagne, ceci, riso, farro, avena o altre, calibrando le percentuali con la farina di grano per gusti più o meno decisi. Per una versione senza glutine si possono utilizzare la farina di riso e quella di castagne, naturalmente prive di glutine.

Ingredienti per 8 persone

  • 30
  • 512 cal x 100g
  • bassa

Preparazione Pampuglie alle castagne

  1. Sistemate le farine setacciate in una ciotola poi aggiungete lo zucchero, il burro a temperatura ambiente, le uova e, infine, un pizzico di sale. Cominciate a impastare poi versate il vino e continuate a lavorare.

  2. Impastate fino a quando otterrete un panetto liscio. Avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare al fresco per mezz’ora.

  3. Stendete la pasta con il mattarello fino a ottenere una sfoglia sottile. Con una rotella tagliapasta, fate delle strisce, poi, arrotolatele leggermente ripiegando le estremità. Friggete in olio ben caldo per 5 minuti rigirandole a metà cottura. Scolatele e fatele asciugare su carta assorbente. Quando si saranno raffreddate, spolverizzatele con lo zucchero a velo.