Home Ricette Dolci Dolci da Forno Pandolce genovese

Pandolce genovese

Il pandolce è un prodotto tipico della tradizione gastronomica ligure, legato al periodo natalizio è farcito con canditi e uvetta: ecco la ricetta.

Ingredienti per 8 persone

  • 80
  • 400 cal x 100g
  • bassa
di Ileana Pavone

Il pandolce genovese è un prodotto da forno tipico di Genova, ma più generalmente della Liguria. Si tratta di una preparazione tipica del periodo natalizio e la tradizione vuole che se ne conservi una fetta per i poveri ed una fetta per il giorno di San Biagio, il 3 febbraio. Il pandolce, come indica il nome stesso, è un pane dolce arricchito da burro, zucchero, anice, pinoli, uvetta e frutta candita. Esistono diverse varianti di questo dolce, alcune prevedono l’aggiunta di marsala, latte, semi di finocchio, pistacchi o arancia candita, inoltre cambiano anche nella forma: il pandolce genovese può essere alto o più schiacciato. In questa versione l’impasto è stato arricchito con pinoli, zucca e cedro canditi, semi di anice e uvetta, il risultato è un dolce piuttosto alto. La preparazione del pandolce genovese è piuttosto lunga, soprattutto per i tempi di lievitazione, ma non presenta difficoltà nell’esecuzione: si prepara inizialmente un lievitino con acqua, farina e lievito al quale si aggiungono gli altri ingredienti. Il nostro consiglio è quello di non aggiungere troppo lievito, in questo modo otterrete un prodotto più digeribile, se preferite potete diminuire ulteriormente la quantità di lievito da noi consigliata.

Preparazione Pandolce

  1. Sciogliete il lievito in 50 g di acqua tiepida e miele, unite 100 g di farina e formate un panetto liscio ed omogeneo. Lasciate riposare il lievitino, coperto e al riparo da correnti, fino al raddoppio del suo volume: occorrono circa 60 minuti.

  2. Step 1 pandolce
  3. Nel frattempo mettete in ammollo l'uvetta in acqua tiepida e tagliate i canditi a dadini. Sciogliete il burro a bagnomaria e lasciatelo raffreddare completamente. Strizzate bene l'uvetta e infarinatela leggermente, quindi togliete la farina in eccesso ponendo l'uvetta in un colino, infarinate leggermente anche i canditi e procedete allo stesso modo eliminando la farina in eccesso.

  4. Step 2 pandolce
  5. Versate i restanti 500 g di farina in una ciotola capiente, unite il lievitino ormai raddoppiato di volume. Aggiungete lo zucchero, l'anice e il burro fuso ormai freddo, iniziate a mescolare gli ingredienti, quindi unite poco alla volta l'acqua e incorporate poco alla volta l'uvetta, i canditi, i pinoli ed un pizzico di sale; aggiungete acqua fino ad ottenere un impasto morbido, occorreranno circa 200 g di acqua. Formate una palla e ponetela a lievitare in una ciotola leggermente oliata o imburrata; fate lievitare fino al raddoppio del suo volume iniziale, impiegherà circa 5 ore.

  6. Step 3 pandolce
  7. Riprendete l'impasto, sgonfiatelo leggermente, formate una palla, ponetela su un foglio di carta forno posto su una teglia e copritela con un canovaccio; fate lievitare nuovamente fino al raddoppio o per circa 2 ore. Incidete la superficie praticando una croce e cuocete, nel forno preriscaldato a 180 °C per circa 50 - 60 minuti. Fate raffreddare completamente prima di tagliarlo.

  8. Step 4 pandolce