Home Ricette Primi piatti Pane Paris chiuso: la ricetta francese

Pane Paris chiuso: la ricetta francese

Il pane Paris chiuso è un pane tipico della cultura francese simile alla baguette. Provatelo per colazione, a pasto o durante un brunch.

di Alessandra Rosati

Il pane Paris chiuso, è uno dei tanti pani tipici della cultura gastronomica francese. Pur non avendo le classiche incisioni sulla superficie, ricorda molto la più conosciuta e famosa baguette, presenta, infatti, una forma allungata con una crosta croccante e una mollica soffice. Si tratta di  un pane bianco molto versatile e può essere abbinato a qualsiasi pietanza. Ideale per colazione con burro e marmellata, è ottimo anche con prosciutto di Praga e paté di olive oppure con bresaola, rucola e salsa tonnata  e per una versione vegetariana o vegana con robiola, spinaci saltati e funghi porcini. Non lasciatevi scappare la ricetta.

Ingredienti per 4 persone

  • 60
  • 281 cal x 100g
  • bassa

Preparazione Pane Paris chiuso

  1. Versate nella ciotola dell’impastatrice acqua, malto, lievito di birra, tutta la farina e iniziate a impastare. Dopo qualche minuto, quando l’impasto inizia ad amalgamarsi, aggiungete il sale e il burro. Terminate quando l’impasto è liscio e omogeneo. Estraete l’impasto dalla ciotola e mettetelo a riposare in un contenitore coperto leggermente unto e in un luogo tiepido per 2 ore.

  2. Trascorso il tempo, trasferite l’impasto su un piano di lavoro e dividetelo in 5 panetti da 200 g. Schiacciate delicatamente ogni panetto e ripiegatelo su se stesso sigillando la chiusura.

  3. Formate dei filoncini senza stringere troppo e allungateli ad una lunghezza di 35/40 cm. Poneteli a lievitare in teli infarinati, disposti a ventaglio o nell’apposito stampo, coperti, per altri 60/90 minuti. Preriscaldate il forno a 240°C e cuocete per circa 20/25 minuti, vaporizzando nei primi 2 minuti.

Pane: quanto deve lievitare?

Serviranno sempreore o più a seconda della temperatura ambiente Se la temperatura oscilla tra i i 24 ed i 32 ° C, allora saranno sufficienti le due ore predette per raggiungere un grado di lievitazione ottimale, altrimenti servirà del tempo aggiuntivo. Comunque, è importante che l‘impasto venga posto a lievitare in un luogo privo di spifferi e correnti. Si consiglia di adagiare un panno umido sul recipiente in cui si lascia lievitare il pane per favorire il processo.

Variante Pane Paris chiuso

Se amate il pane ecco tante pratiche ricette per prepararlo: