Home Ricette Pasta Pasta al pesto di pistacchi: vegana

Pasta al pesto di pistacchi: vegana

La pasta al pesto di pistacchi è un piatto perfetto per la bella stagione: occorrono pistacchi, basilico e olio extravergine di oliva.

di Claudia Gargioni

La pasta al pesto di pistacchi è un primo piatto tipico della tradizione culinaria siciliana. Il pesto di pistacchi è una variante vegana del pesto ligure, o di quello rosso, e si realizza in pochi e semplici passaggi. Come primo step bisogna innanzitutto eliminare la pellicina violacea che riveste i pistacchi e per farlo basterà tuffarli per pochi minuti in acqua bollente, i pistacchi poi verranno tritati in un mixer insieme al basilico, olio e sale. Potete scegliere di utilizzare un mortaio come vuole la tradizione, vi consigliamo, se usate un mixer, di conservare le lame in freezer per almeno 2 ore prima di utilizzarle. In questo modo eviterete di ossidare il basilico. Il pesto di pistacchi è ottimo per condire primi piatti di pasta oppure da spalmare sui crostini come finger food.

Ingredienti per 4 persone

  • 35
  • 290 cal x 100g
  • bassa

Preparazione Pasta al pesto di pistacchi

  1. Tuffate i pistacchi in acqua bollente per 1 minuo.

  2. pasta al pesto di pistacchi step (1)
  3. Scolateli e tamponateli con carta assorbente ed eliminate la buccia che li ricopre.

  4. pasta al pesto di pistacchi step (2)
  5. Metteteli nel mixer con il sale, il basilico e coprite di olio. Azionate e lavorate ad intermittenza  per pochi secondi per evitare che le lame si surriscaldino, aggiungendo, se necessario, altro olio a filo. In base ai vostri gusti potete scegliere se ottenere un pesto grezzo e rustico oppure un pesto liscio e vellutato.

  6. pasta al pesto di pistacchi step (3)
  7. Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e conditela con il pesto.

Servite calda.

Variante Pasta al pesto di pistacchi

È possibile aggiungere aglio, mandorle, noci, anacardi o pinoli. Per una versione vegetariana e per ottenere un gusto più deciso e sapido è possibile aggiungere il pecorino. Mentre per una consistenza più cremosa, delicata e vellutata è possibile unire della ricotta di pecora o vaccina.