Pasta con cavolo nero: ricca e gustosa

23 Maggio 2019

Ingredienti per 4 persone

La pasta con cavolo nero è un primo piatto rustico e saporito ideale per i pranzi sostanziosi. Un piatto in cui la dolcezza del cavolo nero si sposa perfettamente con il sapore affumicato del prosciutto di Praga e quello deciso del pecorino. Le foglie di cavolo nero richiedono una cottura piuttosto lunga e lenta, per avere modo di ammorbidirsi e prendere il sapore del soffritto di aglio e olio in cui vengono tuffate. Potete scegliere i formati e i tipi di pasta che preferite, noi abbiamo optato per una corta rigata e integrale dal sapore più rustico e avvolgente. Uno degli usi più conosciuti del cavolo nero è la Ribollita toscana, ma ci sono tanti altri modi di utilizzare questa verdura che nei mesi freddi rappresenta un vero super food per le sue tante proprietà benefiche.

Preparazione Pasta con cavolo nero

  1. Pulite le foglie di cavolo eliminando le coste centrali, lavatele e tritatele grossolanamente. Tamponate con carta da cucina. In una casseruola larga dai bordi bassi fate colorare l’aglio nell’olio, quindi aggiungete il cavolo nero e cuocete per qualche istante a fiamma alta mescolando spesso. Aggiungete quindi man mano qualche mestolo di acqua bollente, coprite con il coperchio, abbassate la fiamma e cuocete per circa un’ora.
  2. Quando il cavolo nero è quasi cotto, regolate di sale e pepe. Nel frattempo, tagliate il prosciutto a dadini, fatelo rosolare in una padella ben calda e unitelo al cavolo.
  3. Fate cuocere la pasta in abbondante acqua leggermente salata, scolatela al dente e unitela al condimento di cavolo nero. Fate saltare il tutto per qualche minuto in modo da amalgamare bene i sapori. Se necessario aggiungete un po’ di acqua cottura della pasta.

Servite immediatamente guarnendo con pecorino grattugiato e pepe macinato fresco.

Variante Pasta con cavolo nero

Al posto del prosciutto affumicato potete utilizzare la pancetta, lo speck o il prosciutto cotto a seconda dei vostri gusti.