Pasta e ceci napoletana: un pranzo corroborante

7 Dicembre 2020

Ingredienti per 4 persone

La pasta e ceci napoletana è un primo piatto della tradizione contadina, semplice ma ricco di gusto. Quando la carne non era un bene accessibile a tutti, le proteine venivano assimilate a partire dai legumi e l’accostamento con i carboidrati della pasta ne faceva un piatto unico completo. Da umili origini, la pasta e ceci è rimasto un caposaldo della cucina partenopea ed è così diffusa e amata che ogni famiglia ha un suo modo di farla e ne porta in tavola una variante diversa. Già la scelta della pasta lascia libera scelta dagli spaghetti spezzati, ai tubetti alle lagane; la versione più tradizionale è in bianco, ma si può trovare anche con l’aggiunta di pomodoro o con dadini di pancetta rosolata. La caratteristica fondamentale che deve avere un buon piatto di pasta e ceci è la cremosità: si ottiene con l’amido della pasta cotta insieme ai ceci, ma alcuni la rendono ancora più vellutata frullando una parte di ceci.

Preparazione Pasta e ceci napoletana

  1. Dopo aver tenuto a mollo i ceci secchi in acqua fredda con un cucchiaino di bicarbonato per circa 12 ore, lavateli e metteteli in una pentola, coprite con acqua pulita e aggiungete un fio di olio extravergine di oliva e uno spicchio di aglio intero. Fate cuocere a fuoco medio-basso per circa un’ora, fin quando i ceci risultano morbidi ma non scotti.
  2. Se l’acqua di cottura si è asciugata eccessivamente, aggiungetene di nuova bollente in quantità sufficiente per la cottura della pasta, circa due bicchieri. Aspettate nuovamente il bollore e aggiungete la pasta. Aggiustate di sale e pepe, aggiungete il rosmarino tritato e portate a cottura.

Servite calda.

I Video di Agrodolce: Kakuni